Blog di

di Valerio Bassan

Un'arte tira l'altra: da Dylan a McCartney, ecco i musicisti pittori

Blog post del 21/01/2012

Musica e pittura. C'è un fil rouge che unisce queste due arti, apparentemente così diverse tra loro? Sembra proprio di sì, almeno a giudicare dal gran numero di musicisti che si sono cimentati, durante la loro carriera, con pennello, tavolozza e cavalletto. "La pittura trasforma lo spazio in tempo, la musica il tempo in spazio" diceva lo scrittore austriaco Hugo von Hofmannsthal. Aveva ragione: dipingere e suonare sono due modi di espressione talmente distanti che, ad un certo punto, diventano complementari, quasi fossero lo yin e lo yang di una stessa unità.

Qualche esempio? Tra i musicisti-pittori ci sono alcuni "insospettabili". Bob Dylan, che predilige colori accesi e tratti decisi e ha presentato la sua prima personale proprio in Italia, a Torino. Ron Wood degli Stones, che ama ritrarre i compagni di palco Jagger e Richards. O Marilyn Manson che, nella tranquillità della sua abitazione, si dedica ad un ben poco satanico acquarello. E ancora David Bowie, Grace Slick, John Mellencamp, Syd Barrett, Joni Mitchell, Tim Armstrong e altri ancora. Tutti, quando finiscono di suonare, prendono in mano il pennello. Con un'eccezione: Joseph Arthur, cantautore di Akron, Ohio, che realizza i suoi quadri direttamente sul palco, mentre canta e suona.

 

Bob Dylan

 

David Bowie

 

Ronnie Wood (Rolling Stones)

 

Marilyn Manson

 

Joseph Arthur

 

Grace Slick (Jefferson Airplane)

 

Dee Dee Ramone (The Ramones)

 

John Lennon

 

Tim Armstrong (Rancid)

 

Paul Mc Cartney

 

Paul Stanley (Kiss)

 

John Mellencamp

 

Paul Simonon (The Clash)

 

Roger "Syd" Barrett

 

COMMENTI /

Ritratto di Anonimo
Sab, 21/01/2012 - 21:45
e andy dei bluvertigo dove lo metti ? e le sculture di pj harvey ? tutti gli artisti sono artisti totali, sarebbe interessante fare un quadro con nomi più underground e recenti cmq bella idea
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Morto Ben Bradlee, il direttore che segnò la storia con il caso Watergate

Si è spento nella sua casa di Washington, aveva 93 anni. Spinse i cronisti Bob Woodward e Carl Bernstein a seguire la vicenda

Gb, uragano Gonzalo: 3 morti, 5 feriti

Oltre alla donna uccisa da un albero caduto a Knightsbridge, un altro uomo è morto in Essex per il ribaltamento di un furgone che stava riparando

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE

Il metodo per mantenere a lungo l’attenzione necessaria

Spesso ci si distrae quando meno sarebbe opportuno, per mancanza di energia. Ecco un trucco
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il progetto di Putin di spartirsi l’Ucraina con la Polonia

Fece la proposta nel 2008: “L’Ucraina”, diceva, “è un Paese artificiale”

Come le scuse in pubblico diventano uno strumento di potere e privilegio

Non è più una difficoltà da superare, sempre di più le pubbliche scuse sono la strategia di difesa di ricchi e potenti

L’arbitro Rocchi “confessa”: “Juve-Roma? Sul rigore di Maicon ho sbagliato

“Dispiace che la mia prestazione non sia stata ottimale, da questo punto di vista potevo fare meglio“