Blog di

di Valeria Brignani

Bubble Bath Pillow CIEN: La principessa delusa e la gazzella divorata.

Blog post del 12/06/2012

Cosa: Cuscinetto di bolle per il bagno

Nome: Bubble Bath Pillow

Cognome: CIEN

Dove: Lidl

Costo: 0,75 €

Giudizio: 1/5

Dal momento in cui mi sentivo di aver bisogno di un qualsiasi tipo di gratificazione e mi sentivo anche molto infantile -affranta e delusa dal mondo adulto- sono andata a fare la spesa alla Lidl alla ricerca di qualcosa che mi facesse sentire come ci si sente quando si è piccoline, carine, colorate, coccolate dalla mamma, in camerette tutte rosa e piene di robe rosee e morbide e profumate coi brillantini e i cuoricini. Un po' stanca dei vestiti neri e delle serate passata a bere birre spuzze, fumare tabacco (perché le sigarette costano troppo), lamentarsi del non-lavoro, della classe dirigente politica, dei promotori della cultura e dei giornalisti locali, mi sono trovata davanti allo scaffale Speciale "Bambini&Bambine": un tripudio di rosa e azzurri e profumi così piacevoli, da farti venir voglia di accucciarti sotto l'ascella della scaffalista della Lidl e dire "mamma".

Davanti a me c'è un bivio: compro quella confezione di braccialetti fatti di caramelle color pastello o questa confezione così simpatica di "bolle" per il bagno? I primi sono zuccheri pieni di calorie che potrebbero determinare sì un appagamento, ma anche un senso di colpa velatamente bulimico. Le "bolle" non solo costano meno, ma uniscono alla gratificazione (o auto-coccola) anche quella funzione utile ed essenziale per la società contemporanea, che ci vuole puliti e profumati di cose che non ci appartengono come i legni, i fiori e le spezie.

La confezione dice poi, che oltre a colorare l'acqua della vasca di un bel "rosa fatato", oltre ad essere al sapor di ciliegia, il suddetto cuscino genera una soffice schiuma con cui poter "realizzare diverse forme, come castelli di principesse". Come resistergli? Non c'è scritto stelline, pere o scarpe. C'è scritto "castelli di principesse".

Compro le "bolle" e seguo le istruzioni. Riempio la vasca, butto il piccolo cuscino che si presenta per l'appunto come un cuscino di piccole dimensioni con dei bei coniglietti disegnati sopra e non succede nulla. Rileggo le istruzioni: dice che bisogno schiacciarlo... ah ecco. Schiaccio e la vasca comincia a colorarsi di "rosa fatato" e sprigionare un profumo di sciroppo per la tosse per bambini o di ghiacciolo all'amarena.

Ma niente schiuma. M'immergo. Sia mai che per farsì che si crei la soffice schiuma (che mi permetta di costruire il mio castello da pricipessa galleggiante), ci voglia un pochetto di derma morto o sporco organico. Niente.

Provo ad abbassare la temperatura dell'acqua, dopotutto mi sto ustionando in un brodo bollente di amarene, chupa-chups e sciroppo per la tosse. Ma non succede ancora niente. Ed io esco, perché a me l'odore di ciliegia mi fa schifo e mi fa impressione tutto quel rosa "chimico" fatato a contatto con le mie mucose. Anche perché -e magari non dipende dalle bolle Cien- ma appena immersa mi si è sollevato un angolo di smalto dall'unghia dell'alluce ed esercitando una leggera tensione, mi si è tolto tutto come un adesivo.

Il senso è che sono furiosa e mi tocca rilavarmi. Intanto che l'acqua scroscia, rifletto sulla mia vita e sui massimi sistemi e penso che le delusioni non siano esclusiva del mondo adulto. Anzi, ne deduco che le più grosse delusioni le ho vissute durante l'infanzia con quelle pubblicità ingannevoli che non corrispondevano mai alla realtà. Per intenderci... quella merda di Sofficino Findus non mi ha MAI sorriso. MAI. Per non parlare di quell'acutissimo dolore e delusione provati nello scoprire, che nella realtà i pony sono solo dei cavalli nani e non hanno ali, disegnini sul fianco o lunghi capelli profumati.

Ma allora perché la CIEN mente? Forse perché così le madri possono ingannare le figlie e i figli (c'è anche l'alternativa azzurra-maschia) ed indurli così a lavarli con l'illusione di poter costruire un "castello di principessa" con la schiuma? Può anche essere, ma la cosa funziona una volta e poi basta! A meno che....

A meno che i bambini non abbiano la memoria del pesce rosso che si cancella ogni manciata di secondi. O come le gazzelle che si fanno catturare e magnare dalle leonesse, perché intanto che scappano, si dimenticano la ragione per cui stanno correndo.

 

Discount Or Die

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Mondiali, membro della Fifa: "Qatar 2022 non si farà, troppo caldo"

Lo afferma Theo Zwanziger, membro del comitato esecutivo della Fifa

Sversamento di rifiuti speciali, tre operai morti per esalazione

Il fatto è successo nell’azienda Co.Impo di Adria. Un quarto dipendente è rimasto ferito in modo grave

Standard & Poor's; pm di Trani chiede rinvio a giudizio per 6 manager e analisti

L’accusa è manipolazione del mercato: avrebbero espresso giudizi sul sistema bancario contrari alla realtà

Cartelli e insegne, la ricchezza grafica di una città

New York è una città infestata di parole e font diversi. Percorrerli e studiarli ne rivela l’anima
SHARE

Guida completa all’uso intelligente delle vitamine

Quali sono, che proprietà hanno e dove si trovano. Tutto spiegato qui, in un’infografica
SHARE

Per tradurre l’intraducibile basta ricorrere all’arte

Wordstuck è una serie di GIF che rappresenta con disegni parole straniere senza corrispondenti
SHARE

Istruzioni per imparare a scrivere in modo conciso

La brevità è fondamentale, soprattutto sul web, dove l’attenzione finisce subito. Ecco come fare
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Le tombe dei soldati che testimoniano il coinvolgimento della Russia in Ucraina

Il New York Times racconta di giovani ufficiali russi seppelliti seppelliti nell’agosto 2014. La prova che hanno combattuto in Ucraina

Kentucky, vigile del fuoco muore dopo un ice bucket challenge

Tony Grider stava versando secchi d’acqua ghiacciata sugli studenti dell’Università di Campbellsville quando la gru ha toccato i fili dell’alta tensione

Perché le ragazze rendono meglio dei ragazzi a scuola

Per molti è un mito da sfatare, ma secondo uno studio il gentil sesso tra i banchi di scuola ha una marcia in più