Blog di

Alessandra di Canossa

Pisapia, per favore, fate un sito dell'Area C a prova di bionda!

Blog post del 18/07/2012
Parole chiave: 

Ho cercato di acquistare un ticket per l'area C di Milano questo pomeriggio.

Ora, sarà forse la canicola estiva o forse la mia condizione di donna, per di più bionda, insomma l'operazione si è rivelata abbastanza semplice. Infatti… Troppo!

Sono voluta andare sul sito del comune di Milano – Area C perché volevo fare la tecnologica, pagando il ticket on line con carta di credito al posto che andare dal buon vecchio tabaccaio che invece non tradisce mai!

Clicco sull'acquisto del ticket giornaliero da 5€, proseguo, pago, e mi danno un Pin. Bene, dico, io, attiviamolo. Anche se forse non devo entrare nei varchi oggi, intanto lo attivo così non rischio di dimenticarmelo, tanto sono davanti al computer! Infatti, nella mia testa evidentemente obnubilata dalla mancanza della siesta post-prandium, penso “lo attivo, poi appena passerò al varco, le intelligenti telecamere dell'Area C mi riconosceranno o così sarà finita lì.”

Sbagliato: mi sorge il dubbio atavico che il ticket ormai attivato sia valido solo per oggi, chiamo quindi il numero verde sul sito che mi rimanda al numero del Comune di Milano. Mi risponde una gentile signorina, la quale mi spiega che no, siccome l'ho attivato, è valido solo fino alle 23.59 (!!!) del giorno di attivazione.

Ahhhh – dico io, bene, ma scriverlo no????
Lei mi dice che c'è scritto nelle istruzioni sul sito:

In questo pot-pourry di colori, font grandi poi piccoli, righe evidenziate e quant' altro, in effetti, non aveva mica tutti i torti! “L’ingresso giornaliero permette l’accesso all’Area C più volte purché nell’arco della stessa giornata”.
Ma non specifica che è la stessa giornata dell'acquisto del ticket, quindi, mi chiedo: dato che viviamo su internet, ti mandano anche una bella mail in cui avvisano dell'attivazione del tuo ticket, non potrebbero scrivere anche l'orario e la data di scadenza???

Così è a prova di bionda!

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di capspif
Mer, 18/07/2012 - 17:13
capspif
sempre meglio di quelli che alla torretta dei parcheggi, che cmnq è il modo più facile e comodo per pagare l'Area C, immettono la targa senza controllare che sia la loro e scoprendo, ovviamente il giorno dopo, che non era la loro...
SHARE
Ritratto di Marco F.
Mer, 18/07/2012 - 19:01
Marco F.
Se la stessa cosa la facesse un'azienda privata nella vendita di prodotti e servizi verrebbe immediatamente bloccata e multata... la chiarezza e la trasparenza sono alla base nell'uso del web.
SHARE
Ritratto di Alessandro
Mer, 18/07/2012 - 19:45
Alessandro
Alessandra, fai come ho fatto io: se disponi del telepass, dal sito dell'omonima azienda puoi abilitare la tua macchinetta a fare in modo che Area C venga pagata in automatico quando passi i varchi. E non ci pensi più!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Niente evasione fiscale per Dolce e Gabbana, la Cassazione li assolve

Agli stilisti veniva contestata la presunta evasione fiscale che sarebbe stata realizzata, secondo l'inchiesta, con una 'estero-vestizione'

Attacco a un checkpoint egiziano nel nord del Sinai: almeno 25 morti e 26 feriti

Almeno 25 persone sono rimaste uccise, e 26 ferite, in un attacco al checkpoint presidiato dall'esercito egiziano a Karm al-Qawadeis, nel Sinai del nord

Il primo tweet della Regina d’Inghilterra

Elisabetta II, all’età di 88 anni, ha twittato, con tanto di firma. È la prima volta che succede
SHARE

Come diventare un drago a usare Google

Tutti sanno servirsi del motore di ricerca, ma pochi sono in grado di farlo alla grande. Qui si può
SHARE

Sculpture by the Sea: l’arte in spiaggia a Sydney

Oltre 100 opere esposte lungo il litorale della città. La mostra outdoor che apre la primavera
SHARE

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La crisi che ha cambiato Papa Francesco

La cura per le persone prima della dottrina e dei dogmi, la storia della sua vita e il momento in cui tutto è cambiato. Perché doveva cambiare

Storia di una fine: il giornale (greco) per i greci di Istanbul sta per morire

L’agonia di Apoyevmatini, una volta organo influente della comunità dei greci di Turchia, ora stampato per solo 600 famiglie è il residuo di un mondo scomparso

Tutti si sono dimenticati di Joseph Kony e del suo Lord's Resistance Army

Ci fu un tempo in cui il tema dominò i media. Ora, dopo la guerra civile in Sud Sudan, l’ebola e le atrocità di Boko Haram se lo sono scordato tutti