Blog di

Alessandra di Canossa

Pisapia, per favore, fate un sito dell'Area C a prova di bionda!

Blog post del 18/07/2012
Parole chiave: 

Ho cercato di acquistare un ticket per l'area C di Milano questo pomeriggio.

Ora, sarà forse la canicola estiva o forse la mia condizione di donna, per di più bionda, insomma l'operazione si è rivelata abbastanza semplice. Infatti… Troppo!

Sono voluta andare sul sito del comune di Milano – Area C perché volevo fare la tecnologica, pagando il ticket on line con carta di credito al posto che andare dal buon vecchio tabaccaio che invece non tradisce mai!

Clicco sull'acquisto del ticket giornaliero da 5€, proseguo, pago, e mi danno un Pin. Bene, dico, io, attiviamolo. Anche se forse non devo entrare nei varchi oggi, intanto lo attivo così non rischio di dimenticarmelo, tanto sono davanti al computer! Infatti, nella mia testa evidentemente obnubilata dalla mancanza della siesta post-prandium, penso “lo attivo, poi appena passerò al varco, le intelligenti telecamere dell'Area C mi riconosceranno o così sarà finita lì.”

Sbagliato: mi sorge il dubbio atavico che il ticket ormai attivato sia valido solo per oggi, chiamo quindi il numero verde sul sito che mi rimanda al numero del Comune di Milano. Mi risponde una gentile signorina, la quale mi spiega che no, siccome l'ho attivato, è valido solo fino alle 23.59 (!!!) del giorno di attivazione.

Ahhhh – dico io, bene, ma scriverlo no????
Lei mi dice che c'è scritto nelle istruzioni sul sito:

In questo pot-pourry di colori, font grandi poi piccoli, righe evidenziate e quant' altro, in effetti, non aveva mica tutti i torti! “L’ingresso giornaliero permette l’accesso all’Area C più volte purché nell’arco della stessa giornata”.
Ma non specifica che è la stessa giornata dell'acquisto del ticket, quindi, mi chiedo: dato che viviamo su internet, ti mandano anche una bella mail in cui avvisano dell'attivazione del tuo ticket, non potrebbero scrivere anche l'orario e la data di scadenza???

Così è a prova di bionda!

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di capspif
Mer, 18/07/2012 - 17:13
capspif
sempre meglio di quelli che alla torretta dei parcheggi, che cmnq è il modo più facile e comodo per pagare l'Area C, immettono la targa senza controllare che sia la loro e scoprendo, ovviamente il giorno dopo, che non era la loro...
SHARE
Ritratto di Marco F.
Mer, 18/07/2012 - 19:01
Marco F.
Se la stessa cosa la facesse un'azienda privata nella vendita di prodotti e servizi verrebbe immediatamente bloccata e multata... la chiarezza e la trasparenza sono alla base nell'uso del web.
SHARE
Ritratto di Alessandro
Mer, 18/07/2012 - 19:45
Alessandro
Alessandra, fai come ho fatto io: se disponi del telepass, dal sito dell'omonima azienda puoi abilitare la tua macchinetta a fare in modo che Area C venga pagata in automatico quando passi i varchi. E non ci pensi più!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Agguato in Calabria: ucciso un imprenditore

Domenico Aiello, imprenditore edile di 58 anni, è stato freddato a colpi di pistola in pieno giorno

Dal 2012 triplicati i mini-job a ore

Nel 2014 la Cgia di Mestre prevede una vendita di oltre 71.600.000 ore di lavoro

Ballare coi computer

Lo spettacolo di danza Pixel di Adrien Mondot e Claire Bardainne
Una spettacolare performance di danza che mescola corpi veri e proiezioni digitali
SHARE

Il papà di tutti gli zombie: La notte dei morti viventi

Cervelli che ritornano? Ce ne sono parecchi nel capolavoro di Romero, ora di pubblico dominio
SHARE

Lo stile di cinque grandi registi in un video

Con solo immagini di stock, ricreare Wes Anderson, Malick, Fincher, Cuaron e Tarantino
SHARE

I miti sulle malattie invernali

Non è vero che l’alcol scalda e soprattutto non è vero che a uscire coi capelli bagnati ci si ammala
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Due poliziotti uccisi a New York: cosa sappiamo finora

Il sospettato, Ismail Brinsley, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola

Jobs Act, verso un indennizzo di soli tre mesi per i nuovi assunti

Le anticipazioni del Corriere: tra i licenziamenti senza reintegro anche quelli per scarso rendimento. Non ci sarebbe copertura per l’Aspi per i collaboratori