Blog di

di Massimo Nunzi

Capalbio LIbri 2011, un modo di coniugare Musica e Libri

Blog post del 27/07/2011

Si inaugura il 30 luglio Capalbio Libri 2011

la violoncellista Giovanna Famulari

Questa piccola ma vivace manifestazione, è stata creata da Andrea Zagami,
e promuove incontri con scrittori di vari generi letterari.
Tre relatori, scelti nel mondo della comunicazione, dell'imprenditoria e delle Arti in genere,
si confrontano con l'autore.

la Compositrice siciliana Giulia Tagliavia

Tre anni fa sono stato chiamato ad integrare la presentazione dei libri con interventi musicali
che si sono fatti via via più intensi e coerenti con il tema trattato dal libro.
Devo dire che è stata l'occasione perfetta per incontrare nuovi talenti, in alcuni casi giovanissimi,
che, attraverso la manifestazione e l'esecuzione della loro musica,
in alcuni casi, hanno potuto ingrandire di molto il raggio d'azione della loro attività:

Infatti, partecipano alla manifestazione anche molti giornalisti che poi, successivamente,
hanno potuto dedicare attenzione a questi artisti.

Quest'anno saranno presentate le nuove uscite discografiche di musicisti di vario genere
e faremo ascoltare, dal vivo, un assaggio della musica incisa sul disco.

Mi sembrava interessante tentare di parlare dei dischi come si parla dei libri.

Successivamente, nella libreria di Piazza Magenta, il pubblico interessato potrà acquistare i cd.

il sassofonista napoletano Luigi Di Nunzio, qui, appena diciottenne

Mi sembrava interessante motivare la partecipazione degli artisti coinvolti,
con un discorso sulla loro parabola artistica;
Infatti, l'approdo discografico, rappresenta
sempre un punto di arrivo e di ricapitolazione e fotografa il momento
in cui si è arrivati diventando nello stesso tempo un momento di ripresa e rilancio verso nuovi obbiettivi.



Come sempre , ho cercato di presentare Artisti nuovi e confermati,
personaggi sconosciuti
e "vecchie glorie" che non hanno bisogno di presentazioni.




Massimo Nunzi, Andrea Zagami, il creatore della manifestazione e Enrico Zanisi, pianista, qui anche lui diciottenne

Più di tutto mi piace non avere un "genere" di riferimento , ma una rosa di possibilità varie e intriganti.
Si spazia dalla musica Barocca al Free Jazz, dall'Ambient alla Canzone d'Autore,
dalla Sperimentazione radicale e rumoristica, alla vocalità pura.
Molto presente il Jazz con tre straordinari artisti.

Dan Kinzelman, ospite della prima edizione


Seguita con grande interesse da un target di spettatori sempre più ampio, Capalbio Libri
è una manifestazione dedicata ai libri e al piacere di leggere e nasce con l’obiettivo
di favorire il dialogo tra autori, lettori e spettatori su temi di attualità e di interesse per il pubblico.


il virtuoso chitarrista Federico Ferrandina con Irene Fabiani


Ciascuna delle 16 serate, dal 30 luglio al 14 agosto, a partire dalle ore 19,30, sarà animata
da un incontro condotto da giornalisti qualificati, seguendo un layout avvincente
che prevede l’alternanza di interviste, reading, performance musicali e dibattiti.

la violoncellista coreana Kyiung Mi Lee


Anche quest’anno la qualità degli interventi è assicurata dal calibro degli autori che prenderanno parte alla manifestazione,
tra i quali figurano: Sergio Rizzo, Walter Veltroni, Franco Di Mare,Luigi Vigna, Giuseppina Torregrossa,
Francesco Pinto, Sergio Rizzo, Martina Colombari, Francesca Lancini, Anna Cataldi, Innocenzo Cipolletta,
Luciana Castellina, Maria Pia Ammirati, Gianluigi Nuzzi, Enzo Golino, Federico Moccia.


Awa Ly e Massimo Giangrande

Fra gli ospiti invitati a dialogare con gli autori, Pino Buongiorno, Paolo Peluffo, Myrta Merlino,
Grazia Attili,Giancarlo Leone, Bruno Manfellotto, Niccolò Fabi, Giancarlo Santalmassi, Andrea Purgatori,
Denise Pardo, Marina Valensise, Giulio Gelardi, Mauro Tedeschini, Enrico Menduni, Domenico Arcuri,





Stefano Livadiotti, Luca Serafini, Franco Bechis, Toni Capuozzo, Orazio Carabini,
Roberto Napoletano, Mirella Serri, Arnaldo Colasanti, Luigi Contu.

Presenta Marta Mondelli





30 LUGLIO, sabato

Antonio Caprarica
C'era una volta in Italia.
In viaggio fra patrioti, briganti e principesse nei giorni
dell'unità d'Italia

Sperling & Kupfer
Con Pino Buongiorno, Paolo Peluffo

Inizia Elena Somaré che ha fatto riscoprire a molti l'arte del Fischio Melodico.

Tale pratica, da sempre ritenuta sconveniente
per una donna ed associata addirittura al Demonio,
permette di godere di un suono unico, di rara bellezza.
la accompagna Lincoln Almada,
uno dei massimi virtuosi di Arpa Paraguayana del Mondo.

 

31 LUGLIO - domenica
Federico Moccia
L'uomo che non voleva amare
RizzoliCon Myrta Merlino, Grazia Attili, Giancarlo Leone (19,30)

Walter Veltroni
L'inizio del buio
Rizzoli
Con Bruno Manfellotto, Niccolò Fabi, Giancarlo Santalmassi (21,30)


Boris Savoldelli è un uomo/orchestra. La sua voce, opportunamente
modificata da loop sequencers e samplers ,
può davvero costruire affascinanti architetture sonore di avvincente bellezza.

 “Uno spettacolo sfavillante e musicalmente attraente” (Time Out New York);
“Una voce che provoca gioia” (Seattle Times); “Senza dubbio un genio” (Jazz Russia Magazine).
Questi i commenti della stampa sui suoi concerti.
Nel 2008 Boris pubblica Insanology, nel 2009 Protoplasmic e nel 2011,
con la storica etichetta Newyorkese Moonjune, Biocosmopolitan (ospiti Paolo Fresu).






------------------


1 AGOSTO
Antonio Galdo
Basta poco.
Pensieri forti e gesti semplici per una nuova ecologia della vita quotidiana.
Einaudi

Musica: Awa Ly con Valerio Guaraldi

Awa Ly, la dolcezza di un canto libero (con Valerio Guaraldi, chitarre)

La musica Pop'n Folk con contaminazioni di jazz di Awa Ly
è il frutto della sua anima multi-culturale.
La sua vocalità riesce a toccare in profondità e la sua classe ricorda
le grandi cantanti americane degli anni Sessanta.
Ha realizzato un album originale, Modulated (2009), due cd di jazz in francese
con il trio “Chantons!” prodotti e pubblicati in Giappone ed un ep in italiano,
Parole Prestate (2011).
Awa sta attualmente lavorando al suo prossimo album originale





----------------------------------------------------------------


2 AGOSTO - martedì Franco Di Mare
Non chiedere perché
Rizzoli
Con Andrea Purgatori
Musica: Evangelina Mascardi

Evangelina Mascardi è una delle più grandi chitarriste di musica barocca del mondo.
Suona anche la tiorba, un liuto antico antesignano della chitarra,
e si esibisce con Lincoln Almada e Monica Pustilnik,
gli Ensamble di Musica Barocca più importanti del mondo, come gli Zefiro di Alfredo Bernardini,
il Monteverdi Choir e gli English Baroque Solists di Sir John Eliot Gardiner Ha realizzato tre dischi da solista.
Presenza costante, la sua, nei festival più importanti del mondo




-----------------------------------

3 AGOSTO - mercoledì Dario Franceschini
Daccapo
Bompiani
Con Denise Pardo
Musica: Aldo Bassi con Alessandro Marzi

Il trombettista Aldo Bassi ha suonato come solista nelle orchestre più importanti d’Italia.
Nel ’96 incide L’Incontro con il Bassi-Giuliani Quintet.
L’Aldo Bassi Quartet registra Distanze nel 1999.
Nel 2004 pubblica Muah ed entra nell’Orchestra Nazionale Italiana di Jazz.
Nel 2005 entra nella PMJO, orchestra dell’Auditorium di Roma.
Collabora a colonne sonore con Morricone, Piccioni, Serio, De Sic
a




--------------------------------------------------------

4 AGOSTO - giovedì Piero Luigi Vigna
In difesa della giustizia
Rizzoli
Con Pino Buongiorno
Musica: Silvia Manco con Federico Ferrandina

Nelle note di Silvia Manco, i colori del Messico di Frida Kahlo (con Federico Ferrandina, chitarra)
Silvia Manco, giovane compositrice e talento del pianoforte jazz presenta
Casa Azul, un progetto ispirato alla pittrice messicana Frida Kahlo
della quale ha delineato un ritratto componendo brani originali
e attingendo alla tradizione musicale messicana con arrangiamenti di brani popolari.
L’effetto di questa rilettura è innovativo e di grande suggestione





-----------------------------------------------


5 AGOSTO - venerdì Giuseppina Torregrossa
Manna e miele, ferro e fuoco
Mondadori
Con Andrea Purgatori, Giulio Gelardi

--------------------------------------------------

6 AGOSTO - sabato Francesco Pinto
La strada dritta
Mondadori
Con Mauro Tedeschini, Enrico Menduni, Domenico Arcuri
Musica: Giovanni Giorgi
Giovanni Giorgi, il nuovo fenomenale talento della batteria contemporanea

Una carriera straordinaria iniziata a Saronno che ha portato Giorgi a suonare con i più grandi musicisti del mondo,
da Giovanni Sollima a Viktoria Mullova, Gianluca Petrella, Stefano Di Battista, Sarah Jane Morris,
Carl Anderson.
Giorgi partecipa a numerosissimi live e incide con molti artisti di rilievo come
Delfeayo Marsalis, John Patitucci, Katia & Marielle Labeque.
Il cd d’esordio del 2010, Dawn, ha riscosso critiche entusiastiche.






-----------------------------------------------------------------


7 AGOSTO - domenica Sergio Rizzo
Vandali. L'assalto alle bellezze d'Italia
Rizzoli
Con Myrta Merlino
Musica: Filomena Campus con Giorgio Serci

Filomena Campus, una voce jazz nel mondo (con Giorgio Serci, chitarra)

E’ andata ad abitare a Berlino per seguire le sue collaborazioni internazionali.
Premio Maria Carta 2009, Filomena Campus collabora abitualmente con Paolo Fresu,
Evan Parker, Orphy Robinson, Guy Barker, Jean Toussaint, Cleveland Watkiss, l
a London Improvisers Orchestra.
Nel 2010 incide Jester of Jazz.
Nel 2009 dirige nei Riverside Studios
di Londra Misterioso di Stefano Benni, spettacolo tradotto e adattato con Theatralia.






8 AGOSTO - lunedì Martina Colombari
La vita è una
Rizzoli
Con Andrea Purgatori
Musica: Rosamunda Bluville (Giovanna Strivieri, Gabriele Savini)

Il pacato viaggio dei Rosamunda Bluville di Giovanna Strivieri voce e Gabriele Savini, chitarra

Lo stile dei Rosamunda Bluville ricorda il grande rock d’autore di David Sylvian e Brian Eno.
Giovanna Strivieri, già suggestiva voce dei Grey Lagoon partecipa a molti progetti
con Panunzi e Chimenti.
Nel 2011 nascono i Rosamunda Bluville con Gabriele Savini, chitarrista che ha collaborato con Alice Pelle (
Festival delle Arti di Bologna 2005), Nosound, Tim Bowness




----------------------------------------

9 AGOSTO - martedì Francesca Lancini
Senza tacchi
Bompiani
Con Franco Bechis
Musica: Lorenzo Tucci con Claudio Filippini

Lorenzo Tucci, il battito del cuore del nuovo jazz (con Claudio Filippini, keyboards)

Lorenzo Tucci è uno dei più grandi batteristi europei di jazz e fra i fondatori degli High Five.
Con loro realizza sei cd, tra cui Handful of Soul con Mario Biondi.
Suona con Mario Biondi, con il suo ultimo progetto discografico in trio Tranety,
omaggio a John Coltrane.
Da anni collabora in tutti i progetti di Fabrizio Bosso e Bosso&Girotto-Latin Mood,
con cui ha pubblicato Sol per la Blue Note.
Con lui il fenomenale pianista Claudio Filippini






----------------------------------------------------


10 AGOSTO - mercoledì Anna Cataldi
Con il cuore. Storie di donne che hanno scelto di dedicare la vita agli altri
Cairo Editore
Con Toni Capuozzo

Musica: Paolo Recchia
Fra i migliori sassofonisti di jazz italiani, il precoce talento di Recchia è stato subito ricompensato.
Fra i numerosi riconoscimenti, una Borsa di studio 2003 Siena Jazz,
il Premio Massimo Urbani, il Premio Palazzo Valentini al Jazz&Image.
Paolo Recchia suona in tutto il mondo e collabora abitualmente
con Laurent Coq, Alain Jean-Marie, Stephane Belmondo, Remi Vignolo,
e moltissimi gruppi italiani fra i più importanti del panorama.







-----------------------------


11 AGOSTO - giovedì Innocenzo Cipolletta
Banchieri, politici e militari. Passato e futuro delle crisi Globali
Laterza
Con Orazio Carabini, Roberto Napoletano
Musica: Federica Baioni con Giuliano Valori
Federica Baioni, l’innocenza e lo stupore in una voce (con Giuliano Valori, tastiera)

La vetrina delle vanità è il cd d’esordio della giovane cantante Federica Baioni.
La sua attività consiste nel suonare live in club, festival jazz e d’autore; tv e teatro.
Traduce in musica la fotografia di un momento di vita vissuta,
il viaggio, lo spirito di libertà, la pace nel mondo, l’innocenza,
lo stupore, la nostalgia, luoghi interiori e angoli di mondo
remoti in cui il tempo si ferma, la realtà diviene sogno



------------------------------------------

12 AGOSTO - venerdì Luciana Castellina
La scoperta del mondo
Nottetempo
Musica: Laura Lala e Sade Mangiaracina

Le canzoni “pure”di Laura Lala e Sade Mangiaracina

Laura e Sade hanno in comune l'amore per la capacità comunicativa delle melodie,
la passione per le canzoni, il dialetto siciliano che ne unisce le radici culturali.
Caratteristiche che emergono nel loro cd, Pure Songs,
in cui si vivono diversi aspetti della canzone moderna, esaltati dalla voce di Laura,
che con duttilità e rilassatezza estrema emana in ogni misura semplicità e purezza espressiva,
e dal pianoforte di Sade, jazzista raffinatissima.





----------------------------


13 AGOSTO - sabato Maria Pia Ammirati
Se tu fossi qui
Cairo Editore
Con Mirella Serri, Arnaldo Colasanti
Musica: Piero Salvatori
Piero Salvatori e le sue Immagini per violoncello

Primo Violoncello di numerose orchestre ed ensemble italiani,
il virtuoso Piero Salvatori vanta collaborazioni nel mondo del jazz e del pop.
Da Baglioni a Zero, da Paoli a Vanoni e nel jazz con Fresu, Pieranunzi, Marcotulli, Caine, Montellanico.
Le sue improvvisazioni per violoncello solo impreziosiscono il viaggio musicale di compagnie di danza,
di teatro e sonorizzano immagini e parole.
Ha pubblicato Images (Blue Serge), distribuito dall'Egea





-----------------------------------


14 AGOSTO - domenica Gianluigi Nuzzi
Metastasi
Chiarelettere
Con Luigi Contu
Musica: Francesco De Palma Trio (Francesco De Palma, Piercarlo Salvia, Dario Panza)

Una porta sul futuro del jazz Francesco De Palma, contrabbasso, Piercarlo Salvia, sax tenore e clarinetto, Dario Panza, batteria

Francesco De Palma è un musicista che sta facendo parlare molto di sé.
Dopo numerose borse di studio e premi comincia a suonare con Paolo Bernardi,
Andrea Pagani, Francesco Poeti e molti altri. Suona in The Art of the Clarinet,
e in Pritor Blues e Easy Jazz Neapolitan Songs, collabora per il teatro a
Necessito un drink e Let’s Beat.
Presenta composizioni originali




 

COMMENTI /

Ritratto di gafas ray ban
Lun, 17/06/2013 - 19:41
gafas ray ban
kdvcqbxete ekgxlecedb vfxssfap wwudlmpflei jmcbpzta focbzihekx [url=http://www.gafassraybanonlineshops.info/]gafas ray ban[/url] <a href="http://www.gafassraybanonlineshops.info/" title="gafas ray ban">gafas ray ban</a>
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ottawa, spari vicino al Parlamento: ferito un soldato

Un uomo ha aperto il fuoco davanti al Monumento ai Caduti. La sparatoria è continuata nel Parlamento

Il Parlamento Europeo approva la Commissione Juncker

Strasburgo approva con 423 sì, 209 no e 67 astenuti

Morto Ben Bradlee, il direttore che segnò la storia con il caso Watergate

Si è spento nella sua casa di Washington, aveva 93 anni. Spinse i cronisti Bob Woodward e Carl Bernstein a seguire la vicenda

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE

Andare in vacanza a vedere le bombe

Le immagini di Lipsky disturbano: verrà un tempo in cui la calamità sarà solo un fatto estetico?
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il progetto di Putin di spartirsi l’Ucraina con la Polonia

Fece la proposta nel 2008: “L’Ucraina”, diceva, “è un Paese artificiale”

Come le scuse in pubblico diventano uno strumento di potere e privilegio

Non è più una difficoltà da superare, sempre di più le pubbliche scuse sono la strategia di difesa di ricchi e potenti

L’arbitro Rocchi “confessa”: “Juve-Roma? Sul rigore di Maicon ho sbagliato

“Dispiace che la mia prestazione non sia stata ottimale, da questo punto di vista potevo fare meglio“