Blog di

di Massimo Nunzi

Napoli si accende di luce Jazz

Blog post del 26/07/2012

Le Guide della Fanfara Frenetica.

Molti lettori de Linkiesta,mi hanno chiesto di fare delle guide
dei concerti dell'Estate.

Comincio subito, segnalando questo bel gruppo di Artisti
che suonerà sotto l'egida del Summer Live Tones, a Napoli.


 

SUMMER LIVE TONES
Cortile del Maschio Angioino, Napoli
29 luglio, 4 settembre, 6 settembre


Il Live Tones, in occasione dell'evento "Estate a Napoli",
con il patrocinio morale dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli,
propone, nella splendida cornice di Castel Nuovo, dai più conosciuto come Maschio Angioino,
tre eccezionali concerti jazz il 29 luglio, il 4 e il 6 settembre alle ore 21.00.


Il Presidente e Direttore Artistico Alberto Bruno, coadiuvato da Ornella Falco,
curatore dell'evento, e da Eugenio Bruno, ha scelto per il "Summer Live Tones"
nomi del jazz internazionali; saranno alla ribalta, nel cortile del Maschio Angioino,
Roberto Gatto,  Dado Moroni, Danilo Rea, ognuno, in formazione progettuale,
sarà accompagnato da musicisti di altrettanto alto spessore come Max Ionata,
Ellade Bandini, Dario Deidda, Melissa Aldane,
Nir Felder, Joseph Lepore.


CONCERTI

ROBERTO GATTO NEW YORK QUARTET 29 luglio 2012 ore 21.00
Melissa Aldana sax
Nir Felder chitarra
Joseph Lepore contrabbasso
Roberto Gatto batteria

Roberto Gatto è uno dei migliori batteristi europei.
Musicista di notevoli doti tecniche, con una spontanea naturalezza alla base del proprio gesto musicale,
Gatto è un artista di grande esperienza: iniziata appena ventenne la propria attività con il Trio di Roma comprendente Danilo Rea e Enzo Pietropaoli, ha avuto da allora modo di suonare con decine di artisti tra i più rappresentativi della storia del jazz, Lee Konitz, Chet Baker, Art Farmer per citarne solo alcuni, oltre a scrivere diverse tra le più significative pagine del jazz italiano in virtù delle sue collaborazioni, Lingomania,
Franco D'Andrea, Enrico Rava, il tutto portando inoltre avanti un proprio percorso di leader di propri gruppi sin dalla fine degli anni 80, periodo in cui realizza lavori discografici a proprio nome
che vedono la partecipazione di Michael Brecker e John Scofield.
Molto attivo anche in Europa, Gatto è uno dei musicisti di jazz italiani più popolari e seguiti,
e da qualche tempo ha allargato il proprio raggio di azione oltreoceano, formando un quartetto con dei musicisti rappresentativi delle tendenze contemporanee della scena jazzistica di New York:
la giovane tenorsassofonista di origine cilena Melissa Aldana è una delle nuove voci
del panorama musicale della Grande Mela,
in virtù di uno stile contemporaneo e efficace che le ha guadagnato notevoli apprezzamenti,
il chitarrista Nir Felder, brillante chitarrista che ha collaborato tra gli altri con Greg Osby,
Dave Douglas e Jason Moran, e il contrabbassista Joseph Lepore, che ha suonato tra gli altri con
Peter Bernstein, Seamus Blake e Joel Frahm.

Dado Moroni-Max Ionata "2 for Duke " 4 settembre 2012 ore 21.00
Dado Moroni piano
Max Ionata sax

E’ con un omaggio a Duke Ellington che Dado Moroni e Max Ionata hanno deciso di incrociare il loro percorso artistico dando vita e suono a “2 for Duke”. Un viaggio di sola andata per Ellingtonia,
una terra creata da due tra i più importanti artisti del ‘900, Duke Ellington ed il suo alter ego Billy Strayhorn,
un uomo che amava stare nell’ombra, a detta di molti il vero ispiratore dell’estetica ellingtoniana.
Ma non importa chi abbia fatto cosa.

Ciò che conta è che questi due geni contemporanei abbiano lasciato un'impronta indelebile su tutta la musica, non solo nel Jazz.
Ellington e Strayhorn hanno inventato qualcosa che prima non esisteva,
gettando le basi armoniche e melodiche di un linguaggio che anticipava i tempi di parecchi decenni.

Prodotto da Jando Music, in collaborazione con Via Veneto Jazz, questo disco è lo specchio della passione che Dado e Max hanno da sempre per la musica del “Duca” che li ha fortemente influenzati facendone nel tempo due Ellington “maniacs”
Nel raffinato dialogo a due tra piano e sax c’è tutta la passione, l’amore e l’ammirazione per l’eredità musicale che il genio del grande jazzista americano ha lasciato al mondo.
Dado Moroni, tra l’altro, ha collaborato a lungo con Jimmy Woode e Sam Woodyard,
contrabbassista e batterista storici di Duke Ellington, consentendogli di immergersi a pieno nelle sonorità originali di colui che, da molti, è considerato il più grande compositore jazz di tutti i tempi.
Sonorità che ritroviamo in “2 for Duke” anche grazie alle straordinarie capacità interpretative
del sax di Max Ionata.

DANILO REA TRIO "BEATLES IN JAZZ" 6 settembre 2012 ore 21.00
Danilo Rea piano
Dario Deidda basso
Ellade Bandini batteria

"Un tributo al leggendario quartetto di Liverpool: The Beatles". Danilo Rea Trio "Beatles in jazz”,
offrirà una rilettura del repertorio del mitico gruppo britannico. Un concerto, quindi, che parla a tutti gli appassionati della musica, e non solo di quella afroamericana.
Il trio si misura in particolare con la poetica musicale e le canzoni dei Beatles. Ne nasce così un originale concerto, ricco di fascino e di suggestioni.
Un trio affascinante per una collaborazione che fonde esperienza e stili diversi e che regalerà al pubblico un concerto indimenticabile.
Uno spettacolo che, senza dubbio, sarà suggestivo non solo per i fans dei Beatles e che sicuramente susciterà grande curiosità nel riscoprire canzoni celebri in una nuova rilettura.
Un repertorio, per altro, con il quale Rea si è anche confrontato in "piano solo".
Una nuova sfida lanciata, tra le tante, è quella, per l'appunto, di misurarsi con la poetica musicale e le canzoni del più famoso quartetto pop del mondo, i Beatles.
Il tutto espresso con un linguaggio ricco di seduzione e di incanti che, di fatto,
aprono nuove piste compositive e interpretative per il jazz italiano.
 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ucraina, esplosione fuori dal Parlamento: almeno 15 feriti

Le bombe lanciate da un gruppo di manifestanti

È morto Oliver Sacks

Il neurologo autore de “L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello” aveva 82 anni

Netanyahu in Italia: "Pagate troppe tasse", e spiega la curva di Laffer

Il siparietto del primo ministro israeliano a Expo: su un foglio spiega la politica usata da Tel Aviv per tornare a crescere

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

Trucchi per non fare figuracce quando si viaggia per lavoro

Stringere mani non è sempre bene accetto. Il biglietto da visita può essere un tranello. Piccola guida ad accorgimenti importanti

La passione degli antichi per il six-pack

Gli addominali sono l’utopia del maschio contemporaneo. Lo era anche nell’antichità, ma non facevano nulla per scolpirsi: era controproducente

Le uniche due (o tre) cose da fare per avere successo

Contano nella vita e nel lavoro: migliorarsi ogni giorno e impegnarsi in più campi. Poi, ce ne sarebbe anche una terza

Disney, i film che non hanno mai fatto

Storie e favole che avrebbero potuto appassionare il pubblico. Ma che, per varie ragioni, non hanno mai visto la luce

PRESI DAL WEB

Dieci regole pratiche per evitare le morti in discoteca

Le ha messe in fila l’Espresso. La prima regola è l’idratazione, poi servono sale di decompressione, etilometri e buttafuori formati a identificare i malori

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin