Blog di

di Andrea Tavecchio

Le conseguenze per l'Europa di una seria recessione

Blog post del 8/06/2012
Parole chiave: 

Quelllo qui sotto de l'Economist è un grafico che parla da solo per chi come me crede che l'uscita dall'Euro sia una suggestione folle perché ci porta verso una terra sconosciuta dovuta ad un fattore da non sottovalutare mai. La giusta paura, di famiglie ed imprese, per gli scenari che non si capiscono. Sarebbe il blocco di consumi ed investimenti e quindi recessione sicura.



Per fortuna questo articolo (vedi qui) lo leggeranno nelle Cancellerie (e nelle banche) a Londra come Berlino e Parigi. Basta giocare a poker con le recessione, non si salva nessuno se si perde il controllo. Per prime le banche francesi tedesche e inglesi. Sarebbe follia pura, come pensare (e tanti lo pensavano) che la guerra risolvesse i problemi europei nel 1914. Vi ricordate? 

twitter @actavecchio

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Un documento di propaganda dell’Isis in italiano

Si intitola “Lo Stato Islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare' e firmato” ed è un documento di 64 pagine con traduzioni dai materiali in inglese

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

 

La strada che affonda nel mare

In Francia un’isoletta è raggiungibile solo con la bassa marea. E hanno messo dei pali di sicurezza
SHARE

La felicità è solo una formula chimica

L’approccio può sembrare troppo arido, ma la verità è questa. Chi vive nei romanzi si rassegni
SHARE

Cinque parole che in origine significavano tutt’altro

Da "casino" a "siringa", il senso era del tutto diverso, ma la storia ha deciso che cambiasse tutto
SHARE

Altro che stelle: il miglior oroscopo è quello musicale

Quale canzone dominava la hit parade quando siete nati? Questo sito lo rivela e vi dice anche di più
SHARE

PRESI DAL WEB

Come nasce un capolavoro: il backstage del video di Razzi

Immagini rubate mostrano Antonio Razzi, sul lungomare di Pescara, mentre canta e balla per il suo videoclip "Famme cantà"

La politica non basta più, e Antonio Razzi diventa cantante, con "Famme cantà"

Il brano è una sorta di auto-presa in giro del discusso e discutibile politico, che riprende sue frasi diventate tormentoni e le mette in musica