Blog di

di Raja Elfani

Quarto Potere: tramonto degli Scalfari e nuove competenze

Blog post del 5/11/2012

VIRGOLETTE - Il rientro di Ognissanti è bollato dal J’accuse di Scalfari salito in cattedra su La Repubblica e L’Espresso domenica contro la cricca di Grillo. Scalfari, in modo disordinato e visibilmente sconvolto dalla situazione italiana attuale, denuncia i disegni politici dei colleghi Travaglio, Santoro, Saviano. “Già sgamati”, replica Sofri sul Post. Non solo: il punto è che Scalfari passa accanto al fatto. Inoltre il suo catastrofismo suscita stupore: un intellettuale completamente superato dalle circostanze, costretto a sgranare deduzioni, che non riesce a sfornare analisi, Antigone lo aiuti.

Il quadro nuovo che si sta sviluppando sotto gli occhi di giovani e vecchi offre una lettura polivalente della transizione sociopolitica che stiamo attraversando insieme. Conosciamo l’effetto di smarrimento dell’ingresso dei nuovi media nell’informazione. Ma prima dello sfogo di Scalfari non se ne misurava l’effetto devastante all’interno. La transizione sta rivoltando le istituzioni, vacillano perfino il prestigio intellettuale, i riferimenti. Il declino è totale, storico, supera le competenze. L’influenza spontanea è la nuova misurazione d’autorevolezza: persino in assenza di rottamazione c’è una ridistribuzione automatica dei ruoli, ad hoc, per forza di share.

La cosa è ancor più evidente vista la difficoltà, ora, non solo dei nostri politici, bensì dai balbettamenti delle eminenti figure pensanti ormai troppo accademizzate per poter rispondere allo schiaffo dell’attualità. Le imbarazzanti evidenze riepilogate da Scalfari domenica sulla credibilità di Monti e sulla Carta europea, senza altri argomenti, segna l’avvio parallelo di un’imminente ricambio, impietoso come ogni vento nuovo.

È ora che la stampa, molto oltre all’Huffington Post, metta in moto un vero sistema di redazioni-hub no stop, che inglobi le voci anonime del web, i veri analisti della realtà che gli Scalfari, come i migliori editorialisti, non riescono a sintetizzare. Quando, più che i politici, coach e consulenti non sono al passo, ecco che gli intellettuali escono disorientati e sconnessi dai giusti informatori. E' il sistema a privarli di un uso più diretto e complice delle fonti indipendenti. Ma se proprio i citizen Kane non si arrendono, citino le loro fonti, statuiscano valore ai fermenti dispersi: basta raccolta selvaggia. Il ranking certo scopre le carte ma serve cooperazione.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Gentiloni: dobbiamo ridiscutere Dublino, altrimenti dovremo ridiscutere Schengen

Il ministro degli Esteri a Cernobbio: dobbiamo essere portatori di valori di civiltà, il Mediterraneo è un’opportunità

Draghi: pronti a estendere il Quantitative easing oltre il 2016 se necessario

La Bce aumenta la quota di titoli acquistabili in una singola emissione e abbassa le stime su inflazione e Pil

Mafia Capitale, la procura verso il 'no' per il patteggiamento di Buzzi

I pm dovrebbero dare parere negativo alla nuova richiesta avanzata dai difensori del 'ras' delle coop

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

L’isola speciale per accogliere i migranti

La proposta shock del miliardario Sawiris: «Ne compro una e la uso per accogliere i rifugiati. Lì potranno stare al sicuro e lavorare»

“L’uomo che ripara le donne”, il film che il Congo non vuol far vedere

Racconta la storia di un medico che si dedica a casi di abuso e violenza contro le donne. La maggior parte compiuti da soldati

Come cominciare bene un film: un’antologia

Un video raccoglie gli incipit di 35 film, tutti noti. Guardandoli si capisce quanto sia difficile cominciare. Ma se si comincia bene, si è già a metà

Viaggiare in America, seguendo i road trip della letteratura

Da “On the Road” a Mark Twain, passando per Pirsig e i coniugi Fitzgerald: quando la letteratura si dispiega per chilometri

PRESI DAL WEB

Dieci regole pratiche per evitare le morti in discoteca

Le ha messe in fila l’Espresso. La prima regola è l’idratazione, poi servono sale di decompressione, etilometri e buttafuori formati a identificare i malori

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin