Blog di

Paesaggi dello Stivale di Gianmaria Sforza

Il ponte "sostenibile" che attraversa il Tevere. Per quanto solo ciclopedonale?

Blog post del 15/08/2012

All'inizio dell'estate, dell'anno scorso (2011), sul Tevere è stato inaugurato un nuovo ponte: il Ponte della Musica, così da connettere Flaminio e Prati, l’Auditorium Parco della Musica, il Maxxi con il Complesso Sportivo del Foro Italico. Da più voci è stato definito il primo "ponte sostenibile" sul Tevere, cioè ad uso esclusivo di pedoni e ciclisti.

Per essere un ponte al servizio di mobilità leggera sembra un po' fuori misura, assomiglia troppo a un ponte qualsiasi, di quelli che a breve, visto il traffico romano, saranno prevedibilmente condannati a un cambio di destinazione. Ora che c'è, dirà qualcuno, perchè non sfruttarlo al meglio?

Anche tutta quell'esibizione strutturale e tecnologica per sostenere un traffico di persone a piedi o in bici è curiosa. Oppure la mobilità leggera pesa moltissimo e gli architetti in Svizzera, che i ponti pedonali li fanno stretti e leggeri, quasi invisibili, sono dei maghi? Infatti già da tempo circola l'ipotesi del passaggio di mezzi pubblici alimentati elettricamente, e da lì...

Certamente il ponte si fa notare anche da lontano, con quei vistosi archi bianchi ribassati visti e stravisti, e anzi, al contrario di tutti i ponti sul Tevere, sbarra la bella vista da un ponte verso l'altro. In architettura, si sa, traguardare è sempre meglio e nessun oggetto bene o male disegnato può rubare le viste su Roma. Un landmark (!), dunque, i cui autori progettisti, architetti e ingegneri, per una volta sono tutti stranieri. 

 

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Legge di stabilità, arrivata la lettera Ue che chiede chiarimenti all’Italia

Sul tavolo del governo i rilievi tecnici che la Commissione ha sollevato sulla manovra

Bibeau, l’attentatore di Ottawa era un «viaggiatore a rischio»

Già noto alla polizia, a luglio gli era stato ritirato il passaporto perché considerato elemento pericoloso e pronto ad unirsi alle forze armate in Iraq e Siria

Elena Ceste è morta, la conferma dal DNA: il suo corpo ritrovato nell'astigiano

La donna, mamma di quattro bambini, era scomparsa da casa lo scorso 24 gennaio

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE

Il primo film per i diritti dei gay è del 1919

"Diverso dagli altri" è stato distrutto dai nazisti. Resta solo l’estratto di un documentario
SHARE

Quanto è cambiata la frutta da quando l’uomo la coltiva

L’anguria era più piccola di una prugna, il mais lungo un dito. Gli organismi sono stati modificati
SHARE

Paura in miniatura: il film horror più corto di sempre

Si intitola “Tuck Me In”, racconta la storia di un padre e di un figlio, e dura meno di un minuto
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il grande panico per Ebola: siamo sicuri che il rischio non sia sopravvalutato?

L’hanno addirittura definita "l’emergenza sanitaria dei tempi moderni"

Il sogno di Nietzsche si avvera: gli uomini super-intellgenti stanno arrivando

L’ingegneria genetica permetterà di creare gli esseri umani più inteliigenti che siano mai esistiti

Perché crediamo di capire i sentimenti dalle espressioni e sbagliamo

Nuovi studi dimostrano che la capacità di intuire i pensieri e le emozioni del prossimo dal suo sguardo sono molto più limitate di quanto si pensi