Blog di

Paesaggi dello Stivale di Gianmaria Sforza

Il ponte "sostenibile" che attraversa il Tevere. Per quanto solo ciclopedonale?

Blog post del 15/08/2012

All'inizio dell'estate, dell'anno scorso (2011), sul Tevere è stato inaugurato un nuovo ponte: il Ponte della Musica, così da connettere Flaminio e Prati, l’Auditorium Parco della Musica, il Maxxi con il Complesso Sportivo del Foro Italico. Da più voci è stato definito il primo "ponte sostenibile" sul Tevere, cioè ad uso esclusivo di pedoni e ciclisti.

Per essere un ponte al servizio di mobilità leggera sembra un po' fuori misura, assomiglia troppo a un ponte qualsiasi, di quelli che a breve, visto il traffico romano, saranno prevedibilmente condannati a un cambio di destinazione. Ora che c'è, dirà qualcuno, perchè non sfruttarlo al meglio?

Anche tutta quell'esibizione strutturale e tecnologica per sostenere un traffico di persone a piedi o in bici è curiosa. Oppure la mobilità leggera pesa moltissimo e gli architetti in Svizzera, che i ponti pedonali li fanno stretti e leggeri, quasi invisibili, sono dei maghi? Infatti già da tempo circola l'ipotesi del passaggio di mezzi pubblici alimentati elettricamente, e da lì...

Certamente il ponte si fa notare anche da lontano, con quei vistosi archi bianchi ribassati visti e stravisti, e anzi, al contrario di tutti i ponti sul Tevere, sbarra la bella vista da un ponte verso l'altro. In architettura, si sa, traguardare è sempre meglio e nessun oggetto bene o male disegnato può rubare le viste su Roma. Un landmark (!), dunque, i cui autori progettisti, architetti e ingegneri, per una volta sono tutti stranieri. 

 

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Farnesina, Paolo Gentiloni è il nuovo ministro degli Esteri

Paolo Gentiloni nuovo ministro degli Esteri: oggi alle 18 il giuramento al Quirinale

Esteri, ministro Mogherini si è dimessa

Federica Mogherini ha dato le dimissioni da ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale. Lo annuncia la Farnesina

Dia: maxi-confisca 50milioni a clan mafioso

La Dia di Catania e Messina ha eseguito una confisca di primo grado di beni per 50 milioni di euro riconducibili a Giuseppe Scinardo

La dura vita di uno scheletro

Tutto molto più difficile: dalla colazione agli appuntamenti. Per non parlare di Halloween
SHARE

La teoria dell’evoluzione, spiegata in modo chiaro

Per chi crede di averla capita bene e per chi ha bisogno di sciogliere alcuni dubbi al riguardo
SHARE

Vivere d’aria: come respirano gli animali

L’ossigeno serve a tutti, ma i modi in cui ce lo si procura variano di specie in specie
SHARE

Tattiche per non far invecchiare né cervello né idee

Quattro consigli per sfuggire al veleno della routine
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Perché esistono persone coraggiose e persone vigliacche

Esistono cervelli inclini al coraggio e altri alla paura?

Lo stupro non è un problema di dati

Gli esperti di tecnologia sembrano affrontare la violenza sessuale in maniera troppo superficiale