L'Itabolario

Blog di

di Tobia Zevi

Intercettazioni

Blog post del 29/06/2011

Da giorni sui quotidiani non si legge altro. Conversazioni inquietanti, spesso volgari, apparentemente poco rilevanti sotto il profilo penale. Anche divertenti, a tratti, come quando Flavio Briatore disquisisce sapientemente sul quadro politico.
Ma è uno spettacolo indecente. Sarà pure una banalità, ma ritengo valido il principio secondo cui, tra un criminale in libertà e un innocente in galera, il secondo caso sia più grave. E dunque, nel flusso incontrollato di intercettazioni, si riscontra un imbarbarimento della civiltà giuridica, nel rischio concreto di sputtanamento per chi non ha compiuto alcuna azione illegale o riprovevole. Per carità, i giudici devono poter lavorare con la massima serenità e fiducia alle indagini, ma siamo sicuri che questa telenovela sia il contesto più favorevole per un impegno di questa importanza?
In varie proposte di legge (la bozza-Mastella, la bozza-Alfano, la bozza-PD) si ipotizza l’istituzione di un’«udienza-filtro», cioè una discussione tra magistrato, pm e difesa in cui si dividono gli stralci di conversazioni rilevanti da quelli non interessanti ai fini del processo. Mi pare un’opzione seria e percorribile, nemmeno troppo complicata sul piano operativo. Pare che l’Associazione nazionale dei magistrati sia disponibile a ragionarne. Bene. Prima è meglio è.
 

COMMENTI /

Ritratto di Paolo
Gio, 30/06/2011 - 08:58
Paolo
Non sono d'accordo sulla tua analisi, e non perchè sono un amante del gossip o perchè mi piace il lato becero di queste storie, ma perchè sono convinto che non è mai male che le persone, gli elettori, i cittadini in generale ( chiamiamoli come ci pare ) conoscano la vera faccia di chi ci rappresenta politicamente e che decide della nostra vita quotidiana, con scelte politiche, amministrative ed economiche, almeno in parte. Dato che siamo in un mondo dove quello che conta è l'apparenza e non la sostanza, svelare la vera faccia di questa gente, in qualsiasi modo, è sempre positivo. Inoltre credo che, anche se non penalmente rilevanti, le intercettazioni servano a dare un quadro più completo alle indagini. Beh, è un discorso troppo lungo per esprimerlo in poche righe.
SHARE
Ritratto di Tobia Zevi
Gio, 30/06/2011 - 19:14
TZevi
Capisco, Paolo, quello che dici, ma se qualcuno ci finisce in mezzo e non c'entra niente? E, oltretutto, quando parliamo al telefono non diciamo anche un sacco di fesserie?
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Il Governo all'Ue: "Più tempo per il pareggio dei conti"

Scoppia il caso della lettera del ministro Padoan all'Unione europea

Cassazione: “La diffamazione via Facebook anche anonima è reato”

Parli male di una persona su Facebook, senza nominarla direttamente, ma indichi particolari che possano renderla identificabile? Puoi avere una condanna

Canone Rai: Il Governo smentisce l'ipotesi di pagarlo in bolletta

Niente soluzione all’inglese. Indiscrezioni davano il dossier sul tavolo di Cottarelli

Il vero pericolo per gli automobilisti? La camomilla

Una pubblicità per l’estero interpreta in modo simpatico il concetto di “non bere e guidare”
SHARE

I nove errori più gravi in un colloquio di lavoro

Postura scorretta, scarso contatto visivo, troppi gesti. Cose che possono stroncare una carriera
SHARE

Il capolavoro dell’umiltà: chi pulisce i monumenti

Immagini di luoghi importanti e artistici australiani quando sono nelle mani degli inservienti
SHARE

Il trucco per giocare a snake su Youtube

Il gioco che spopolava sui cellulari alla fine degli anni novanta in una versione particolare
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

La guida (involontaria) di Amazon al traffico di droga

Senza dubbio il gruppo di Bezos non fornisce guide per gli spacciatori, ma il suo algoritmo sembra aver fatto proprio questa cosa

Così il movimento egiziano dei Tamarrod ha aperto la strada al governo militare

Per la prima volta uno dei leader del movimento che si oppose ai Fratelli Musulmani ammette di aver ricevuto ordini dall’esercito: "Siamo stati ingenui"

Andare in profondità: la vita difficile di chi fa speleologia estrema

Giorni interi sottoterra per esplorare caverne, in una delle attività più antiche della storia