L'Itabolario

Blog di

di Tobia Zevi

Intercettazioni

Blog post del 29/06/2011

Da giorni sui quotidiani non si legge altro. Conversazioni inquietanti, spesso volgari, apparentemente poco rilevanti sotto il profilo penale. Anche divertenti, a tratti, come quando Flavio Briatore disquisisce sapientemente sul quadro politico.
Ma è uno spettacolo indecente. Sarà pure una banalità, ma ritengo valido il principio secondo cui, tra un criminale in libertà e un innocente in galera, il secondo caso sia più grave. E dunque, nel flusso incontrollato di intercettazioni, si riscontra un imbarbarimento della civiltà giuridica, nel rischio concreto di sputtanamento per chi non ha compiuto alcuna azione illegale o riprovevole. Per carità, i giudici devono poter lavorare con la massima serenità e fiducia alle indagini, ma siamo sicuri che questa telenovela sia il contesto più favorevole per un impegno di questa importanza?
In varie proposte di legge (la bozza-Mastella, la bozza-Alfano, la bozza-PD) si ipotizza l’istituzione di un’«udienza-filtro», cioè una discussione tra magistrato, pm e difesa in cui si dividono gli stralci di conversazioni rilevanti da quelli non interessanti ai fini del processo. Mi pare un’opzione seria e percorribile, nemmeno troppo complicata sul piano operativo. Pare che l’Associazione nazionale dei magistrati sia disponibile a ragionarne. Bene. Prima è meglio è.
 

COMMENTI /

Ritratto di Paolo
Gio, 30/06/2011 - 08:58
Paolo
Non sono d'accordo sulla tua analisi, e non perchè sono un amante del gossip o perchè mi piace il lato becero di queste storie, ma perchè sono convinto che non è mai male che le persone, gli elettori, i cittadini in generale ( chiamiamoli come ci pare ) conoscano la vera faccia di chi ci rappresenta politicamente e che decide della nostra vita quotidiana, con scelte politiche, amministrative ed economiche, almeno in parte. Dato che siamo in un mondo dove quello che conta è l'apparenza e non la sostanza, svelare la vera faccia di questa gente, in qualsiasi modo, è sempre positivo. Inoltre credo che, anche se non penalmente rilevanti, le intercettazioni servano a dare un quadro più completo alle indagini. Beh, è un discorso troppo lungo per esprimerlo in poche righe.
SHARE
Ritratto di Tobia Zevi
Gio, 30/06/2011 - 19:14
TZevi
Capisco, Paolo, quello che dici, ma se qualcuno ci finisce in mezzo e non c'entra niente? E, oltretutto, quando parliamo al telefono non diciamo anche un sacco di fesserie?
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

Istruzioni per riconoscere chi sta mentendo

Ci sono segni inequivocabili di nervosismo e tensione che possono essere ottimi indicatori
SHARE

Fatti veri e stereotipi in divertenti infografiche

Piaccia o meno a tutti sarà capitato almeno una volta di imbattersi in questi “TruthFacts”
SHARE

Il vero pericolo per gli automobilisti? La camomilla

Una pubblicità per l’estero interpreta in modo simpatico il concetto di “non bere e guidare”
SHARE

I nove errori più gravi in un colloquio di lavoro

Postura scorretta, scarso contatto visivo, troppi gesti. Cose che possono stroncare una carriera
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Ecco come aiuto i giovani transgender a diventare ciò che vogliono diventare

L’endocrinologo americano Norman Spack racconta la storia personale di come è diventato uno dei pochi medici per la terapia ormonale sostitutiva

La posizione nel dormire dice molto sul vostro rapporto di coppia

Abbracciati o di schiena, il modo in cui state a letto con il vostro parntner rivela se siete felici con lui

Bisogna riconoscere quando il divorzio dei genitori fa bene ai figli

Restare insieme a tutti i costi anche se poi si litiga continuamente, pensate renda felice i bambini?