Blog di

di Tobia Zevi

Intercettazioni

Blog post del 29/06/2011

Da giorni sui quotidiani non si legge altro. Conversazioni inquietanti, spesso volgari, apparentemente poco rilevanti sotto il profilo penale. Anche divertenti, a tratti, come quando Flavio Briatore disquisisce sapientemente sul quadro politico.
Ma è uno spettacolo indecente. Sarà pure una banalità, ma ritengo valido il principio secondo cui, tra un criminale in libertà e un innocente in galera, il secondo caso sia più grave. E dunque, nel flusso incontrollato di intercettazioni, si riscontra un imbarbarimento della civiltà giuridica, nel rischio concreto di sputtanamento per chi non ha compiuto alcuna azione illegale o riprovevole. Per carità, i giudici devono poter lavorare con la massima serenità e fiducia alle indagini, ma siamo sicuri che questa telenovela sia il contesto più favorevole per un impegno di questa importanza?
In varie proposte di legge (la bozza-Mastella, la bozza-Alfano, la bozza-PD) si ipotizza l’istituzione di un’«udienza-filtro», cioè una discussione tra magistrato, pm e difesa in cui si dividono gli stralci di conversazioni rilevanti da quelli non interessanti ai fini del processo. Mi pare un’opzione seria e percorribile, nemmeno troppo complicata sul piano operativo. Pare che l’Associazione nazionale dei magistrati sia disponibile a ragionarne. Bene. Prima è meglio è.
 

COMMENTI /

Ritratto di Paolo
Gio, 30/06/2011 - 08:58
Paolo
Non sono d'accordo sulla tua analisi, e non perchè sono un amante del gossip o perchè mi piace il lato becero di queste storie, ma perchè sono convinto che non è mai male che le persone, gli elettori, i cittadini in generale ( chiamiamoli come ci pare ) conoscano la vera faccia di chi ci rappresenta politicamente e che decide della nostra vita quotidiana, con scelte politiche, amministrative ed economiche, almeno in parte. Dato che siamo in un mondo dove quello che conta è l'apparenza e non la sostanza, svelare la vera faccia di questa gente, in qualsiasi modo, è sempre positivo. Inoltre credo che, anche se non penalmente rilevanti, le intercettazioni servano a dare un quadro più completo alle indagini. Beh, è un discorso troppo lungo per esprimerlo in poche righe.
SHARE
Ritratto di Tobia Zevi
Gio, 30/06/2011 - 19:14
TZevi
Capisco, Paolo, quello che dici, ma se qualcuno ci finisce in mezzo e non c'entra niente? E, oltretutto, quando parliamo al telefono non diciamo anche un sacco di fesserie?
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

I naufraghi superstiti: "Barcone strapieno, ne sono annegati 180"

I racconti degli orrori a bordo: alcuni sarebbero stati uccisi sull'imbarcazione con coltelli e bastoni

Gaza, nuovi raid aerei in mattinata: 7 morti

Diplomazia al lavoro: oggi al Cairo vertice tra Kerry, Ban Ki Moon e al Sisi

Aereo abbattuto, ribelli consegnano le scatole nere agli esperti malesi

Ok al cessate il fuoco nella zona della tragedia. Obama: Putin ha la responsabilità

Russia, la patria dei record

Curiosità, fatti, cose incredibili sul Paese più grande del mondo, che pensa e vive in grande
SHARE

Il videogioco che ti trasforma in una capra

Goat Simulator: una giornata un po’ stramba nei panni di una capra in mezzo alla città
SHARE

Le regole da seguire per evitare incidenti in bici

La strada è di tutti, anche delle persone imprudenti e senza rispetto. Ecco come premunirsi
SHARE

Quindici modi per sconfiggere il jet-lag

Un problema per chi viaggia in posti lontani. Si deve dormire, ma si può fare anche di più
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Il ciclista predestinato: scampa ai due disastri aerei della Malaysia Airlines

Il 29enne Maarten de Jonge doveva salire sia sul volo scomparso sull'Oceano Indiano sia su quello abbattuto sopra l'Ucraina

Un video animato spiega come si effettua il fracking

Si tratta della cosiddetta "fratturazione idraulica" ovvero quando si utilizza la pressione di un fluido per creare fratture nel sottosuolo

Se anche le donne leggono i libri comici

Lo stereotipo secondo cui solo gli uomini leggono libri comici e di supereroi è falso