Blog di

di Tobia Zevi

Intercettazioni

Blog post del 29/06/2011

Da giorni sui quotidiani non si legge altro. Conversazioni inquietanti, spesso volgari, apparentemente poco rilevanti sotto il profilo penale. Anche divertenti, a tratti, come quando Flavio Briatore disquisisce sapientemente sul quadro politico.
Ma è uno spettacolo indecente. Sarà pure una banalità, ma ritengo valido il principio secondo cui, tra un criminale in libertà e un innocente in galera, il secondo caso sia più grave. E dunque, nel flusso incontrollato di intercettazioni, si riscontra un imbarbarimento della civiltà giuridica, nel rischio concreto di sputtanamento per chi non ha compiuto alcuna azione illegale o riprovevole. Per carità, i giudici devono poter lavorare con la massima serenità e fiducia alle indagini, ma siamo sicuri che questa telenovela sia il contesto più favorevole per un impegno di questa importanza?
In varie proposte di legge (la bozza-Mastella, la bozza-Alfano, la bozza-PD) si ipotizza l’istituzione di un’«udienza-filtro», cioè una discussione tra magistrato, pm e difesa in cui si dividono gli stralci di conversazioni rilevanti da quelli non interessanti ai fini del processo. Mi pare un’opzione seria e percorribile, nemmeno troppo complicata sul piano operativo. Pare che l’Associazione nazionale dei magistrati sia disponibile a ragionarne. Bene. Prima è meglio è.
 

COMMENTI /

Ritratto di Tobia Zevi
Gio, 30/06/2011 - 19:14
TZevi
Capisco, Paolo, quello che dici, ma se qualcuno ci finisce in mezzo e non c'entra niente? E, oltretutto, quando parliamo al telefono non diciamo anche un sacco di fesserie?
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Pensioni, il governo annuncia i rimborsi: interessate 3,7 milioni di persone

Rimarrà escluso chi guadagna più di 3.200 euro lordi. Ad agosto una tantum da 278 a 750 euro. Dal 2016 rivalutazione da 60 a 180 euro. Spesa di 2,18 miliardi

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

 

Bellezze di guerra: quando le donne si dipingevano le calze

In Inghilterra, durante la Seconda Guerra Mondiale il nylon venne razionato. Le donne decisero di rimanere belle lo stesso, con un trucco

Come funziona il linguaggio del corpo: un’antologia

Voce, occhi, braccia e gambe: con il corpo diciamo tutto, anche ciò che non vorremmo. E regaliamo informazioni

Sì al progresso: quanto era difficile lavare i panni nel XIX secolo

Normali operazioni di ogni giorno, un tempo, erano di una difficoltà immensa. Cosa che si dimentica ogni volta chi contesta l’innovazione

Anche le donne pensano: storia delle filosofe dimenticate

La storia della filosofia occidentale è una lista di nomi di uomini. E le donne? Dimenticate, oscurate: per invidia e per noncuranza

PRESI DAL WEB

Cristiano Ronaldo ha donato 7 milioni di euro ai bambini del Nepal?

La notizia è stata riportata dal magazine francese So Foot, ma non ci sono ancora conferme da Save The Children

Migranti, la svolta dell'Ue: "Tutti gli Stati membri obbligati ad accoglierli”

Su la Repubblica la bozza della nuova Agenda della Commissione: via libera all'affondamento dei barconi e aiuti ai paesi di origine