Blog di

di Gabriele Pieroni

L’ubriacante sorriso del pomodoro

Blog post del 30/07/2012
Parole chiave: 

Il Murales "vegetariano" dipinto da Blu in Spagna

Chissà se Blu, geniale artista italiano conosciuto in tutto il mondo per i suoi irriverenti graffiti, ha pensato a Shirley Jackson mentre dipingeva il suo ultimo lavoro sui muri di Ordes, in Galizia, pochi chilometri a Nord di Santiago. Nel racconto della scrittrice americana, La lotteria, ogni anno la comunità di un villaggio del New England viene coinvolta in un macabro gioco ad estrazione. La cui posta - temuta e desiderata al contempo - è una brutale esecuzione nella pubblica piazza. Nessuna spiegazione viene fornita sul perché ciò avvenga, ma viene lasciato intuire che questo rituale perpetri le tradizioni del villaggio, mantenendo l'ordine delle cose.


Il murales di Blu, con perfetta coincidenza, imbastisce l'inquietante scena Jackosniana secondo una inusuale lettura vegetariana. Al posto delle persone sostituisce sorridenti verdure, che, una dopo l'altra e attorniate da una folla di vegetali urlanti, si recano al macello. L'ironia di Blu - come spesso accade nei suoi lavori - si concentra nello sguardo assente e ipnotizzato dei suoi personaggi. I quali, quasi sempre avvolti da una comunità che ripete le loro azioni in funzione omologante, subiscono gesti di violenza inaudita senza battere ciglio, costretti da un contesto rituale (sottolineato in questo caso dalle verdure prostrate di fronte al frullatore-feticcio) ad assumere il ruolo di vittime sacrificali.

In questo ultimo lavoro del muralista di Bologna, qualcuno ha voluto vedere la sua anima giocosa. Addirittura un’apoteosi del veg-friendly, invito esplicito alla gioia del vegetarianesimo. Guardando alla produzione di Blu e osservando i suoi ultimi lavori, credo invece che anche dietro questa metafora vegana si nasconda il pensiero politico dell’autore, da sempre assai critico verso tutte le forme di potere che utilizzano la propria posizione dominante per diffondere un pensiero omologante e conformista, specie in tempi di crisi economica (osservate il particolare nella foto qui sotto).

Nell’ubriacante sorriso del pomodoro che sta per farsi falcidiare dalle lame del gigantesco frullatore e nel crudele entusiasmo della folla che invita al sacrificio continua a ripetersi la favola nera di  Shirley Jackson. Quella sensazione di ineluttabile crudeltà che domina il mondo e che, da sempre, chiede la sua dose di vittime. Perché tutto il resto della popolazione, di fronte al mistero della violenza senza senso e della crudeltà dell’uomo, si senta sollevato dalla sua parte di responsabilità nel massacro.

 

Altri orrori su La Pancia del Popolo

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Squinzi: l'articolo 18? Frena gli investimenti. Meglio abolirlo

"Parlando in tutto il mondo ci dicono che in Italia non si può investire perché c'è l'articolo 18"

Cairo, bomba esplode sulla ferrovia diretta a Zagazig

Non ci sono feriti. In mattinata un ordigno esploso nel centro della città ha provocato diverse vittime

La mossa del Papa: procedure più veloci per annullare le nozze

Un annuncio significativo, alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia che dal 5 ottobre discuterà anche delle «situazioni difficili o irregolari»

Per tradurre l’intraducibile basta ricorrere all’arte

Wordstuck è una serie di GIF che rappresenta con disegni parole straniere senza corrispondenti
SHARE

Istruzioni per imparare a scrivere in modo conciso

La brevità è fondamentale, soprattutto sul web, dove l’attenzione finisce subito. Ecco come fare
SHARE

Gli ultimi minuti prima di lasciarsi per sempre

Si intitola "Duo", ed è un video che racconta l’ultimo spettacolo di una coppia di acrobati
SHARE

Quanto tempo ci vuole per finire un libro?

Una classifica di libri basata sulla loro durata (che dipende molto dalla loro lunghezza)
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Cambiamento climatico: perché le proteste di piazza servono a poco

La mobilitazione di massa può anche avere seguito numeroso, ma gli effetti reali sulle politiche dei rispettivi Paesi sono molto scarsi. Servono altre strategie

Un album su otto in tutto il mondo: il boom dell’industria discografica Uk

Come si spiegano i numeri giganteschi di un business che si dimostra uno dei maggiori successi dell’economia del Regno Unito

Vi spiego perché spero di morire a 75 anni

Un’opinione controcorrente, una provocazione per la società e le famiglie. È un vantaggio per tutti se la natura fa il suo corso in fretta e bene