Blog di

di Roberto Tofani

Ha Noi – Tra memorie storiche e futuri digitali

Blog post del 16/12/2011

Ho sempre sottovalutato la forza e l'importanza di un archivio. Toccare dei documenti storici datati un secolo fa, stampati, scritti a mano o battuti a macchina su carta velina mi ha fatto riflettere sul pericolo di perdere quella memoria storica che difficilmente noi come essere umani riusciamo a trasmettere alle nuove generazioni. Oggi, sempre più, affidiamo il nostro vissuto a strumenti tecnologici super evoluti ma quasi incapaci di leggere il passato. Tutto per una logica di mercato che ci obbliga a rincorrere l'ultimo modello.

Il documento cartaceo che ho tra le mani, seppur consunto e delicato, è oggi chiaramente leggibile. Ha un colore, un odore e un profilo che valorizzano non solo il contenuto ma l'oggetto stesso. Ha una storia, un valore, una sua peculiare autenticità. Potremmo dire lo stesso di un CD, un DVD o una chiavetta o qualunque altra memoria digitale? Distinte fra loro per un particolare design e caratteristiche tecniche che contraddistinguono il passaggio di mesi, più che decenni o epoche. Saremo in grado di poter leggere in futuro la nostra memoria? Cosa riuscirà ad alimentare i server che oggi società come Google—penso a Gmail che io stesso utilizzo--mettono a disposizione garantendoci una memoria apparentemente senza confini?

Cresciuto a cavallo della rivoluzione digitale, avverto un piacere tattile nel sentire tra le mani il corpo di un documento reale che ancora porta i segni della macchina da scrivere. Si può annusare quell'acre odore di stantio che evapora mentre sfoglio documenti datati 1904...nello specifico progetti, disegni, preventivi e bilanci di un Ha Noi ancora da costruire. E' su queste linee che prima di me, l'architetto, l'ingegnere, il tecnico e il burocrate ha passato le mani: toccando e sfogliando.

Un foglio tra le mani. Di contro il grande vantaggio di poter archiviare, vedere, leggere e studiare documenti direttamente online. Anche se per il vero fotografo, “la pellicola rimane, perchè rappresenta la nostra memoria” e, paradossalmente, da qui ai prossimi trent'anni, vedere e saper leggere un negativo potrebbe essere meno costoso che leggere un CD.

Avere tra le mani quei progetti su carta è stato come avere la visione di una città che fu e che sarebbe voluta essere. Accarezzarne con la mano i tratti e linee morbide e delicate, quasi fossero i rilievi sul terreno. La costanza di una manualità attenta che si muoveva attraverso processi mentali che oggi si evolvono con velocità e rapide intuizioni. Riflessioni e sensazioni che devo all'amico Architetto Matteo Aimini. Grande conoscitore del tessuto vietnamita, Matteo mi ha spinto a ricercare tra le 'sudate carte' che spero saranno utili alla sua prossima e tanto attesa pubblicazione, che ci racconterà l'evoluzione di Ha Noi come nessuno ha mai fatto prima.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Ucraina, ucciso fotografo dell’agenzia di stampa russa Ria Novosti

Si chiamava Andrei Stenin. È stato trovato morto in un veicolo bruciato dopo un attacco dell'esercito ucraino ai separatisti filorussi vicino a Donetsk

Renzi: «Subito tagli per 20 miliardi e sul bonus non torno indietro»

L'Italia rispetterà il 3%, "ma c'è una flessibilità possibile"

Bachelor of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana

Nuovo Cinema Pyongyang: i film della propaganda

L’industria cinematografica piegata alle volontà del regime ha prodotto anche film belli. Eccone tre
SHARE

Il video che mostra come un autistico vede il mondo

Un disturbo molto conosciuto ma poco studiato: un mix tra animazioni e video racconta come si vive
SHARE

Cinque consigli per la felicità a poco prezzo

Sono cosucce che cambiano tutto: suggerimenti da seguire ogni volta che avete una giornata no
SHARE

Caffeina ed energia: cosa si scatena nel cervello

Adesso che l'avete bevuta, vi facciamo vedere cosa succede tra i vostri neuroni (e non vi piacerà)
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Tutto quello che la Malaysian Airlines deve fare per sopravvivere

Consigli per la compagnia aerea più sfortunata dell'anno, che dopo gli incidenti rischia il collasso. Però può superare questo brutto momento

Fingere di capire cosa dicono i bambini li può rendere più intelligenti

Nuovi studi dimostrano che non è quanto si parla con i figli che sviluppa le capacità linguistiche, ma il modo. Prenderli sul serio, insomma, aiuta

#BringBackOurGirls: perché non si parla più delle ragazze nigeriane rapite?

Nelle news Boko Haram è stato superato dai fatti in Iraq e in Siria. Come organizzazione, anche il suo uso dei media si è rivelato vicente