Blog di

di Roberto Tofani

Ha Noi – Tra memorie storiche e futuri digitali

Blog post del 16/12/2011

Ho sempre sottovalutato la forza e l'importanza di un archivio. Toccare dei documenti storici datati un secolo fa, stampati, scritti a mano o battuti a macchina su carta velina mi ha fatto riflettere sul pericolo di perdere quella memoria storica che difficilmente noi come essere umani riusciamo a trasmettere alle nuove generazioni. Oggi, sempre più, affidiamo il nostro vissuto a strumenti tecnologici super evoluti ma quasi incapaci di leggere il passato. Tutto per una logica di mercato che ci obbliga a rincorrere l'ultimo modello.

Il documento cartaceo che ho tra le mani, seppur consunto e delicato, è oggi chiaramente leggibile. Ha un colore, un odore e un profilo che valorizzano non solo il contenuto ma l'oggetto stesso. Ha una storia, un valore, una sua peculiare autenticità. Potremmo dire lo stesso di un CD, un DVD o una chiavetta o qualunque altra memoria digitale? Distinte fra loro per un particolare design e caratteristiche tecniche che contraddistinguono il passaggio di mesi, più che decenni o epoche. Saremo in grado di poter leggere in futuro la nostra memoria? Cosa riuscirà ad alimentare i server che oggi società come Google—penso a Gmail che io stesso utilizzo--mettono a disposizione garantendoci una memoria apparentemente senza confini?

Cresciuto a cavallo della rivoluzione digitale, avverto un piacere tattile nel sentire tra le mani il corpo di un documento reale che ancora porta i segni della macchina da scrivere. Si può annusare quell'acre odore di stantio che evapora mentre sfoglio documenti datati 1904...nello specifico progetti, disegni, preventivi e bilanci di un Ha Noi ancora da costruire. E' su queste linee che prima di me, l'architetto, l'ingegnere, il tecnico e il burocrate ha passato le mani: toccando e sfogliando.

Un foglio tra le mani. Di contro il grande vantaggio di poter archiviare, vedere, leggere e studiare documenti direttamente online. Anche se per il vero fotografo, “la pellicola rimane, perchè rappresenta la nostra memoria” e, paradossalmente, da qui ai prossimi trent'anni, vedere e saper leggere un negativo potrebbe essere meno costoso che leggere un CD.

Avere tra le mani quei progetti su carta è stato come avere la visione di una città che fu e che sarebbe voluta essere. Accarezzarne con la mano i tratti e linee morbide e delicate, quasi fossero i rilievi sul terreno. La costanza di una manualità attenta che si muoveva attraverso processi mentali che oggi si evolvono con velocità e rapide intuizioni. Riflessioni e sensazioni che devo all'amico Architetto Matteo Aimini. Grande conoscitore del tessuto vietnamita, Matteo mi ha spinto a ricercare tra le 'sudate carte' che spero saranno utili alla sua prossima e tanto attesa pubblicazione, che ci racconterà l'evoluzione di Ha Noi come nessuno ha mai fatto prima.

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Precipita jet della famiglia bin Landen, morte la sorella e la matrigna

Era decollato dall'aeroporto di Malpensa. È caduto al suolo in Inghilterra

Istat: -22mila occupati a giugno. La disoccupazione sale al 12,7%

Nei dodici mesi le persone con un lavoro sono diminuite di 40mila unità, i disoccupati sono aumentati di 85mila

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

Camminare sull'acqua? No, grazie, ci vado in moto

Ci è riuscito il motociclista australiano Robbie Maddison che si è tolto lo sfizio di sfrecciare sulle onde più belle del mondo, a Tahiti

Metodo scientifico per la vacanza perfetta

Cinque consigli per trarre il massimo possibile dai giorni di ferie, e farlo durare anche quando si torna

Quando le pubblicità vantavano le qualità delle droghe pesanti

Cocaina, eroina, morfina. Tutte sostanze oggi illegali, cento anni fa erano vendute come componenti di prodotti tonificanti

Scene di vita giapponese come le ricordano i giapponesi

Immagini animate in gif, pixelate, a forma di manga. Ma dentro, tra piogge e metropolitane, si sente il soffio della nostalgia

PRESI DAL WEB

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin

Il video dell’evasione del narcotrafficante messicano El Chapo

Un tunnel scavato sottoterra dotato di elettricità e bombole di ossigeno

Varoufakis: «Votate No, con l’accordo nessuna possibilità di ripresa»

L’intervista all’australiana LNL ABC Radio National: «I ministri europei negano la democrazia», «le proposte sono state fatte apposta per essere rifiutate»