Blog di

Blog a più mani

Italia vs Spagna: Monti bocciato, Rajoy prom(e)sso

Blog post del 22/12/2011
Parole chiave: 

Ho dato un'occhiata ai CDS e agli spread italiani e spagnoli.

Gli indicatori di rischio sull'Italia sono scesi quando è caduto Berlusconi, ma hanno ricominciato a salire quando Monti ha mostrato il suo programma: tasse tasse tasse (più notizie migliori: il passaggio al contributivo, e qualche minuscola liberalizzazione che non sta passando in Parlamento). Monti, insomma, sembrava una buona idea, finché non sono state chiare le sue intenzioni.

La Spagna, un Paese con meno problemi del nostro ma pur sempre con qualche criticità, ha invece visto un calo degli indicatori di rischio con l'elezione di Rajoy, che finora è stato confermato, ad un mese dall'insediamento e dopo il recente discorso d'apertura.

Rajoy finora ha promesso: è presto per promuoverlo. Però è creduto dai mercati. Monti invece pare di no, e del resto è stato finora indistinguibile da Berlusconi, che con le manovre di Agosto ha ucciso di tasse quel poco che rimaneva dell'economia italiana, anche più di Monti.

L'Italia non sa fare di meglio? Ne parlo su Libertiamo.

Pietro Monsurrò

PS I CDS sono il costo di assicurarsi sul default: più sono alti peggio è. Misurano la probabilità di default a cinque anni. Gli spread sono il differenziale di rendimento rispetto ai titoli sicuri (tedeschi): anche loro più sono alti peggio è. Misurano la probabilità di default a dieci anni.

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Mercato e Libertà
Ven, 23/12/2011 - 10:33
Mliberta
Vero che il Parlamento non aiuta, però spread e CDS hanno cominciato a salire non con i litigi in Parlamento, ma proprio il 5 Dicembre. è bastato sapere che Monti non avrebbe fatto nulla di serio, e l'ha detto esplicitamente, per far capire ai mercati il problema. Ovviamente c'è anche un problema in Parlamento. Però finora quali proposte sono state bloccate? Taxi, farmacie, art. 18. Le prime due sarebbero stati macroeconomicamente irrilevanti, e l'ultimo sarebbe stato utile ma poco rilevante finché le imprese non recuperano capitali e competitività. E finora l'unica riforma che è stata fatta è un anticipo del passaggio al contributivo e un giro di vite sull'età pensionabile, che porterà però a risparmi di spesa minimi, tant'è che la spesa totale è prevista in aumento di decine di miliardi nel 2012 e nel 2013, in buona parte ovviamente per gli spread. Con le proposte avanzate finora, se io fossi il mercato non avrei fatto diminuire lo spread neanche se il Parlamento fosse ubbidiente e pronto al sacrificio come un militante di Al Qaeda. Che manovre che agiscono sulle entrate ma non sulle uscite abbiano effetti recessivi maggiori, ma soprattutto sacrifichino la competitività e la crescita potenziale di lungo termine è purtroppo un fatto noto.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Riforma Rai, disco verde del governo a nuova governance

Cdm approva ddl su tv pubblica. Piano Renzi prevede cda ridotto a sette membri e un Ad con pieni poteri

Lubitz era "in malattia" il giorno della tragedia

Secondo alcuni documenti rintracciati nella casa del pilota, Lubitz era sottoposto a cure e controlli medici per motivi non ancora specificati

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

 

Hemingway non ha mai scritto quella storia

Viene celebrata come la short story perfetta e attribuita allo scrittore Usa. È tutta un’invenzione

La famiglia della sirenetta abbandonata sotto il mare

Una storia molto simile: Agnete è una donna che sposa un sireno, si pente e poi torna in superficie

Al Capone aveva un hobby: scrivere canzoni d’amore

Il gangster aveva un cuore musicale tutto italiano. Come dimostra la sua hit, "Madonna mia"

Graham Fink, l’artista che dipingeva con gli occhi

Con un software si creano i tratti delle immagini: e con lo sguardo si creano capolavori

PRESI DAL WEB

L’aberrante post di Beppe Grillo: Lubtiz è come Renzi, che ci guida al disastro

La tragedia della Germanwings ha ispirato l’ex comico ligure suggerendo un paragone quantomeno indelicato: l’uomo solo al comando e lo schianto finale

Zayn Malik lascia gli One Direction: i fan sono sconvolti

Il membro del gruppo amato dai teenager ha deciso, dopo cinque anni, di lasciare i suoi compagni. "Desidero avere la vita di un 22enne normale. E rilassarmi"

Padova, tenta di corrompere il rettore fingendosi parente di Corrado Passera

In una lettera in cui raccomandava la fidanzata, Claudio Passera allega mille euro in contanti e millanta di essere familiare dell’ex ministro dello Sviluppo