Blog di

di Carlo Maria Miele

Il primo Mondiale arabo, un presidente corrotto e il sacrosanto diritto alla pinta dei tifosi inglesi

Blog post del 16/03/2012
Parole chiave: 

Quando la Fifa ha deciso di assegnare i Mondiali del 2022 al Qatar probabilmente avrà messo in conto che non avrebbe avuto vita facile.

Da subito si è iniziato a parlare della questione caldo, visto che in estate, quando è previsto il torneo, nel Golfo si possono raggiungere temperature vicine ai cinquanta gradi. Qualcuno (ultimo in ordine di tempo il presidente Uefa Michel Platini) ha anche proposto di spostare la competizione a gennaio, ma la Fifa ha assicurato che il problema non esiste, in quanto per il 2022 in Qatar verranno allestiti nuovi e costosissimi stadi climatizzati, che consentiranno di regolare la temperatura interna sulle esigenze di calciatori e spettatori.

Evidentemente le lusinghe degli emiri sono state sufficienti per ignorare le criticità che in tanti, allora come oggi, manifestavano, e per preferire uno staterello di meno di 2 milioni di abitanti a candidature ben più popolari, come quelle di Stati Uniti e Giappone.

Il motto con cui il presidente della Fifa Joseph Blatter, a mo’ di paravento, si protegge dalle accuse (compresa quella, tutt’ora in piedi, di corruzione) recita che “bisogna allargare i confini del calcio”.

Il nodo più difficile da sciogliere, tuttavia, resta quello culturale, in un paese in cui - tra l’altro - non si vendono alcolici e l’omosessualità è vietata per legge.

In concreto si tratterà di capire come poter conciliare gli usi e (le leggi) locali con le abitudini dei fan di mezzo mondo, che tra dieci anni esatti, prevedibilmente, si riverseranno nel Golfo.

Cosa accadrà, per esempio, alle migliaia di tifosi che vorranno tracannare una birra al sole del deserto? Avranno un via libera ad hoc? Potranno berla solo all’interno degli stadi? Oppure saranno costretti a rimanere a bocca asciutta?

Il problema non è di poco conto se a porlo è stato nientedimeno che il presidente della Premier League, Sir Dave Richards, che nei giorni scorsi ha invitato le autorità del Qatar a mostrarsi rispettose della “drinking culture” dei tifosi inglesi.

Qualora non ci fosse la possibilità di comprare birra – ha chiarito Richards – è facile prevedere che i supporter britannici boicotterebbero il torneo. E tanti altri con loro.

Per il momento la risposta di Blatter non è arrivata. Ma è ipotizzabile ricordando quella, brillante, che lui stesso diede solo pochi mesi fa, quando fu posto il problema dei diritti dei gay. Allora il presidente della Fifa invitò gli omosessuali in visita in Qatar al seguito della propria Nazionale ad astenersi dal sesso per tutta la durata della competizione.

Che possa essere proprio l’astinenza la soluzione anche per gli amanti dell’alcol?  

Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Turchia, uomo armato nella sede dell’AKP, arrestato

Non ci sono stati feriti. Il nuovo attacco è avvenuto il giorno dopo il sequestro a Istanbul di un magistrato da parte di membri del gruppo di estrema sinistra

Turchia, muore dopo il blitz il magistrato sequestrato

Dopo sette ore di trattative fallite, le forze speciali irrompono nel tribunale di Istanbul per liberare l'ostaggio: esplosioni, fumo e colpi di arma da fuoco

Turchia, il magistrato sequestrato è morto. Nel blitz uccisi due sequestratori

Mehmet Selim Kiraz, è morto dopo essere arrivato in gravi condizioni in ospedale e dopo essere stato sottoposto ad un intervento chirurgico disperato

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&mirco negativi scarabocchi smemoranda

Le regole di Tolstoj per vivere la vita perfetta

Consigli di disciplina rigida, quasi prussiana, per migliorare la propria esistenza

Trucchi per non abboccare ai pesci d’Aprile

Scherzi, scherzoni e trappole di ogni tipo. Guida per evitare, stavolta, di far la figura del pesce

Confondi spesso destra e sinistra? Ecco perché

È un operazione più complessa di quanto sembri. E a volte sbagliare può provocare veri disastri

Il fascino (molto) nascosto dei codici aeroportuali

Perché Malpensa è MXP e Toronto YYZ? Lo spiega un sito che potrebbe anche riempire le vostre serate

PRESI DAL WEB

Istat, la fiducia dei consumatori al massimo dal 2002

Migliorano le aspettative: la componente economica è quella più consistente

L’aberrante post di Beppe Grillo: Lubtiz è come Renzi, che ci guida al disastro

La tragedia della Germanwings ha ispirato l’ex comico ligure suggerendo un paragone quantomeno indelicato: l’uomo solo al comando e lo schianto finale

Zayn Malik lascia gli One Direction: i fan sono sconvolti

Il membro del gruppo amato dai teenager ha deciso, dopo cinque anni, di lasciare i suoi compagni. "Desidero avere la vita di un 22enne normale. E rilassarmi"