Neverland - Sogni, Giochi, Realtà

Blog di

di Beppe Roncari

Anteprima Spider-Man (not so Amazing...)

Blog post del 27/06/2012

FANTASIA? REALTÀ?

 

Venerdì 22 giugno scorso ho assistito a Milano a una delle proiezioni in anteprima del nuovo kolossal della Columbia: The Amazing Spider-Man, il reboot cinematografico della saga dell'Uomo Ragno, con un ottimo Andrew Garfield al posto di Tobie McGuire nel ruolo di Peter Parker.

Non ne ho scritto subito perché la mattina dopo sono partito di buon'ora per il mare (come testimonia la foto sotto ^___^), ma comunque siamo lo stesso un bel po' in anticipo rispetto all'uscita ufficiale del film il 4 luglio (festa dell'Indipendenza americana).

 

[spider-man_2012]

 

E poi avevo un problema che mi rodeva... questo film lo devo consigliare sì o no? Se volete vedere un film d'azione senza pretese, allora andatelo a vedere con piacere, se vi piacciono le scene ad effetto e i combattimenti.

Ma se aspettate la trama commovente e appassionante del primo Spider-Man di Sam Raimi... statevene a casa, e soprattutto non invitate le vostre fidanzate!

La trama è del tutto incoerente nel film, e le innumerevoli semine sconclusionate e imprecise... solo chi ha una profonda conoscenza di Spider-Man e del suo universo fuori dal film riesce a raccapezzarcisi... Faccio un esempio.

Nel film Peter Parker costruisce da solo i suoi lanciaragnatele... ma come fa? Dove si procura i componenti? Come fa a rubare i fili di ragno indistruttibili dalla Oxcorp dopo esserne stato sbattuto fuori in malo modo dalla sua girlfriend Gwen Stacy (alias, la bellissima ed eterea Emma Stone)?

E come mai a un certo punto dimentica completamente la ricerca dei genitori che sembrava il suo movente per la prima metà del film?

Spero di non fare spoiler eccessivi, davvero, ma in fondo non c'è nessuno spoiler da fare, il che è abbastanza triste...

Vi dico solo: se al "momento delle GRU" anche a voi viene voglia di uscire dalla sala... vi capisco, non siete i soli.

 

Ma Spider-Man è sempre Spider-Man. E le sue acrobazie sempre stupefancenti (amazing). Anche se a dirla tutta anche in questo film il 3D è tendenzialmente inutile, sprecato... peccato! Toglie solo luminosità alle belle scene in 2D (toglietevi gli occhialini per godervele) e non dà particolare godimento mentre Spidey svolazza fra i grattacieli di New York...

 

FANTASIA? REALTÀ? Comunque sia, buona visione a tutti, Folks, dal vostro beneamato blogger di quartiere!

 

 

Il trailer ufficiale in italiano.

 

 

COMMENTI /

Ritratto di ma chi ti da licenza di scrivere?
Ven, 06/07/2012 - 22:34
ma chi ti da licenza di scrivere?
Dalla sala solo tu saresti voluto uscire...dato che di film poco ne capisci
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Obama: Mosca non rispetta il patto di Ginevra

"Non pensiamo che la soluzione militare sia la risposta giusta e continuiamo a lavorare alla soluzione diplomatica"

Kabul, guardia di sicurezza uccide tre stranieri in un ospedale

Tra le vittime ci sarebbe un dottore. Ancora ignote le nazionalità

Decreto Irpef, attesa oggi la firma di Napolitano

Il testo è stato esaminato nel suo complesso

Innamorarsi a Pyongyang: la vita di coppia in Nordcorea

Come funzionano gli appuntamenti? Come ci si conosce? Quali ostacoli? Il racconto di un esiliato
SHARE

Cinque cose che forse non sapevate su Shakespeare

Nel giorno del suo compleanno che, e questa è la prima cosa, coincide con quello della sua morte
SHARE

L’arte sottile dei saluti e delle strette di mano

In ogni Paese ci sono codici di saluto diversi: meglio impararli prima di andarci con questo video
SHARE

Lo splendore della risonanza magnetica sulla verdura

Un utilizzo artistico di uno strumento medico rivela mondi impensabili per cose di tutti i giorni
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Persone che leggono nella mente: come comunica chi resta in stato semivegetativo

Cercano, attraverso scansioni cerebrali di mettersi in contatto con chi è a metà tra la vita e la morte

Perché un libro di economia di oltre 700 pagine è diventato un bestseller

Thomas Piketty ha regalato alla sinistra americana una struttura solida dove coltivare le proprie idee

Come riportare in vita una foresta devastata

I grandi disastri di solito non hanno rimedio, la forza distruttiva dell’uomo ha modificato il paesaggio in modo radicale. Ma ora le cose possono cambiare