Blog di

di Serena Cappelli

Maschi imbranati? Ora c’è la prova “scientifica”

Blog post del 19/04/2012
Parole chiave: 

Ci sono mattine in cui ti chiedi se effettivamente le ricerche universitarie abbiano un senso, soprattutto se sono le tue. Poi arriva la pausa pranzo, vai sul sito del Corriere e leggi “Maschi imbranati? Ecco perché”, uno studio sul calo di concentrazione del maschio al primo appuntamento. E lì capisci che, magari, le tue polverine proprio così inutili non sono. C’è di molto, ma molto peggio.

Già, perché questo studio dell’università olandese di Radboud spiega a noi comuni mortali non avvezzi all’analisi comportamentale quello che, sempre noi comuni mortali non avvezzi all’analisi comportamentale, sappiamo dall’età della pietra: l’uomo, al primo incontro, pensa principalmente a dove/come/quando riuscirà a concludere con la donna che gli sta di fronte. Questo perdersi in fantasticherie, secondo i ricercatori olandesi, porta ad un calo di prestazioni cognitive, che fa fare al maschio alfa la figura del pesce lesso e lo rende incapace di risolvere brillantemente i più elementari test logici. Come se, tra l’altro, il suddetto maschio alfa avesse in mente una partita a Trivial Pursuit, ma questo è un altro discorso.

In sostanza, funziona così: l’uomo sogna di essere Rocco Siffredi, disperde energia, ha un calo cognitivo e, nel tentativo disperato di fare buona impressione affinché i suoi sogni si realizzino, diventa irrimediabilmente imbranato.
Va beh, speriamo che almeno non ci rovesci il vino sul vestito nuovo. Già, perché noi donne, in vista di un appuntamento, perdiamo anche sei sette ore davanti allo specchio, nel medesimo tentativo di fare buona impressione. Ma almeno - e diverse prove scientifiche lo dimostrano - manteniamo la nostra lucidità. I ricercatori spiegano che ciò – il mantenere la lucidità, intendo – è dovuto al fatto che noi donne dobbiamo capire se l’uomo di fronte a noi, l’imbranato di cui sopra, sia un tipo affidabile o meno. Ma dai? Che geniale intuizione!

In più, viene specificato che il vuoto mentale dell’esemplare maschio comincia addirittura prima dell’appuntamento. Quindi se al ristorante si presenta un tizio con le scarpe spaiate che non sa rispondere alle domande più elementari, non preoccupiamoci, è del tutto normale.
Anzi, ho un’idea geniale per evitare tutta quella paranoia mentale, tipicamente femminile, che scatta subito dopo il primo incontro: noi fanciulle potremmo tenere in borsa qualche scheda del Trivial e, al momento opportuno, piazzare un paio di domandine strategiche. Se il nostro amico risponde bene, siamo fregate. Mi sa che gli facciamo proprio schifo.
 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Fabrizio Sibilla
Gio, 19/04/2012 - 22:51
fabriziosibilla
<p> Mi chiedo se e come abbiano fatto dei controlli (il diavolo si nasconde sempre in Materials &amp; Methods ;) ). Chiss&agrave; se hanno fatto anche &quot;Maschi omosessuali&quot; osservati da femmine, per vedere se &quot;l&acute;imbranazionimento&quot; saliva anche tra i suddetti. E una donna osservata da altre donne? E uomini osservati da altri uomini? Anche il &quot;linguaggio del corpo&quot; dell&acute;osservatore influisce. I maschi eran osservati da donne in pose aggressive (braccia incrociate etc etc)?. Insomma, alla fine mi chiedo se statisticamente era rilevante o finiva in &quot;most...&quot; ;) http://www.plosmedicine.org/article/info:doi/10.1371/journal.pmed.0020124</p>
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Gio, 19/04/2012 - 17:52
scappelli
Caro Fabrizio, bisognerà approfondire :)
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Gio, 19/04/2012 - 21:43
scappelli
@amoreena Una volta sono stata additata come somma ignorantona per aver scritto alfa al posto di alpha e da allora scrivo alpha a scatola chiusa :) Ma effettivamente wikipedia (it) mi dice che in etologia si dice maschio alfa, con la f. Grazie, ho corretto! @MrLebowsky Sono scesa, sono scesa...
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Ven, 20/04/2012 - 08:08
scappelli
@mazrick Ho ricontrollato gli autori dell'articolo (The Mere Anticipation of an Interaction with a Woman Can Impair Men’s Cognitive Performance, Archives of Sexual Behavior), sono un po' donne e un po' uomini. Hanno scritto ovvietà, questo è certo, ma almeno non hanno paura di un po' di sana autoironia :)
SHARE
Ritratto di The Jerk
Ven, 20/04/2012 - 22:33
Jerk
Serena, in generale gli uomini sono imbranati. E monoficali. Scusa, monofocali. Un saluto. Jerk.
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Sab, 21/04/2012 - 14:07
scappelli
Caro Jerk, va bene monofocali. Perché se ci metti la i, comunque davanti c'è "mono". Ed è un po' un ossimoro :-)
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Lun, 23/04/2012 - 18:47
scappelli
@Crostina Sarà la nebbia :-)
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Presidenziali Usa, il repubblicano Mitt Romney annuncia che non si candiderà

Romney aveva perso un certo numero di supporter, passati a sostenere Jeb Bush e c’era scetticismo nel partito Repubblicano su una sua corsa

Minotauro, richiesta choc del procuratore: “Annullate tutte le condanne”

Secondo la motivazione non risulta chiaro il “metodo mafioso”

Disoccupazione in calo al 12,9%

Tweet di Renzi: «Centomila posti di lavoro in più in un mese. Siamo solo all’inizio»

Smemoranda

I negativi di maicol&amp;mirco

tanti-figli

Votate Seggio Mattarella, il finto profilo su Twitter

Il fake twitter di Sergio Mattarella
Commenta, scherza, si sfrega le mani in attesa della vittoria. E lancia già i primi moniti
SHARE

Orgoglio e Pregiudizio, spiegato in un grafico

Il testo di Orgoglio e Pregiudizio, nelle celebrazioni del 200 compleanno di Jane Austen
L’orgoglio di Elizabeth e i pregiudizi di Darcy si scontrano e danno materia alla trama del libro
SHARE

Aumentare la produttività con i ritmi circadiani

Contro il corpo non si può fare nulla. Datori di lavoro e lavoratori ne devono tenere conto
SHARE

Piccola lezione di inglese per chi lo parla già bene

Frasi che, a prima vista, sembrano prive di senso, si rivelano corrette e con molte cose da dire
SHARE

PRESI DAL WEB

Sigarette: l’alternativa si chiama TJU, il chewing gum che sa di tabacco

Dopo l’exploit della sigaretta elettronica e i vaporizzatori, una joint-venture tra l’americana Altria e la danese Okono

La classifica delle droghe che causano più morti in America

Le tre sostanze che causano più morti all'anno negli Stati Uniti, infatti, sono completamente legali: sono l'alcool, il tabacco e gli antidolorifici oppiacei