Blog di

di Serena Cappelli

Se Cenerentola si sbronza e Cappuccetto Rosso va al McDonald's

Blog post del 21/07/2012

E vissero per sempre felici e contenti. O no?
Le principesse Disney sono belle, fortunate, vestite magnificamente e destinate alla felicità eterna. Queste le rende oggetto dell'ammirazione incondizionata delle bambine e dei pensieri turpi di chi bambina non lo è più.
Così le principesse, come la povera Barbie, negli anni sono state bistrattate da artisti, fotografi, stilisti e designer, quasi a voler riversare su di loro la rabbia per quel lieto fine che ci hanno promesso, ma che in realtà non c'è.
Tra di loro c'è Dina Goldstein, apprezzata fotografa di Vancouver, che un po' di tempo fa ha creato la serie Fallen Princesses, capitata sotto i miei occhi – occhi di un'ex-bambina che attaccava amorevolmente le figurine di Cenerentola sul suo bravo album – solo qualche giorno fa.

“L’infanzia è piena di speranza e fantasia – spiega Dina – ma non dovremmo proteggere i nostri bambini dai risultati, spesso deludenti, della vita reale? La serie Fallen Princesses non è stata creata per i bambini, ma per gli adulti che possono relazionarsi alle delusioni quotidiane anche con un po’ di umorismo beffardo ed è quello che faccio io. Trovo la bellezza in ogni cosa anche se la vita è complicata e piena di sfide, è difficile e nessuno è immune dalle disavventure, nemmeno le principesse vere come Lady Diana. I nostri figli, presto o tardi, finiranno per vedere la vita com’è davvero; noi possiamo fargli godere le favole Disney e cercare di essere dei buoni genitori ben sapendo che il lieto fine non sempre c’è”.

E così, per noi adulti, ecco Cenerentola sola ed alcolizzata in un bar, Biancaneve con un pantofolaio teledipendente sul groppone, Ariel rinchiusa in un acquario, Jasmine che va in guerra, Raperonzolo senza capelli a causa della chemioterapia, Aurora che dorme ancora mentre tutti sono diventati vecchi, Bella sfigurata dalla chirurgia plastica, Cappuccetto Rosso col take-away del McDonald's, la Principessa sul pisello finita in una discarica con i suoi materassi, Pocahontas gattara.

Ma davvero non c'è più spazio per il lieto fine?

COMMENTI /

Ritratto di Angelo D’Addesio
Sab, 21/07/2012 - 13:47
Amdaddesio
Mulan non c'è...Sarà già scomparsa addirittura :-)
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Sab, 21/07/2012 - 18:28
scappelli
No, guarda bene. L'ha mangiata Cappuccetto Rosso :)
SHARE
Ritratto di Chiara Fornari
Dom, 22/07/2012 - 07:54
Cfornari
Serena, sei sempre più brava...Pocahontas gattara è fantastica. un bacio
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Dom, 22/07/2012 - 11:16
scappelli
Ah ah Chiara, sei troppo buona :) un bacio!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Il “Made in” non passa, vince la Germania

Fuori onda del sottosegretario Carlo Calenda al ministro Maurizio Martina: “Anche se Renzi ha chiamato la Merkel la legge sul Made in” non passerà

Ocse: Italia penultima per occupazione giovanile

Ultimi per competenze in lettura e matematica, un giovane su tre non usa competenze sul lavoro

Francesco Bellavista Caltagirone rinviato a giudizio per evasione fiscale

L'imprenditore, che risultava nullatenente al Fisco, avrebbe evaso 162 milioni euro emettendo false fatture per operazioni mai eseguite

Più bikini per tutti: storia dei costumi da bagno dal 1890

Insieme ai costumi da bagno cambiano anche i costumi della società. Un video fa un riepilogo della prima categoria

Cosa succederebbe se la Terra smettesse di ruotare

La frenata del mondo avrebbe conseguenze catastrofiche. E non solo quella di veder volare via i vostri colleghi

Le donne saudite possono guidare. Ma solo in un videogame

Cavalcano motociclette rombanti in un’Arabia Saudita post-atomica per sconfiggere il male. Ma potrebbero cambiare il mondo

Il test di Bechdel, il filtro femminista al cinema mainstream

Sono tre semplici criteri, nati da un fumetto, per misurare il sessismo nei film. E molti non lo superano

PRESI DAL WEB

Cristiano Ronaldo ha donato 7 milioni di euro ai bambini del Nepal?

La notizia è stata riportata dal magazine francese So Foot, ma non ci sono ancora conferme da Save The Children

Migranti, la svolta dell'Ue: "Tutti gli Stati membri obbligati ad accoglierli”

Su la Repubblica la bozza della nuova Agenda della Commissione: via libera all'affondamento dei barconi e aiuti ai paesi di origine