Blog di

di Serena Cappelli

Americani e turchi i più convinti: la fine del mondo è vicina

Blog post del 2/05/2012
Parole chiave: 

Leggo la notizia e rimango senza parole. Un uomo su sette crede – davvero – che la fine del mondo sia vicina. Potenza dei Maya?
Secondo un sondaggio realizzato dall’Istituto Ipsos per Reuters, il 15% della popolazione terrestre crede che il mondo finirà nell’arco della sua vita e il 10% è convinto che ciò avverrà a dicembre. Che ottimisti! Certo, è pur sempre un sondaggio e sono state interpellate circa sedicimila persone su tot miliardi, ma il risultato è comunque sconcertante. I più convinti dell’imminenza dell’apocalisse sono Turchi e Statunitensi, mentre i più scettici sono Belgi e Britannici.

Che sia colpa di tutta la pubblicità fatta alla profezia Maya? Chissà.
Nel frattempo, il premio Ig Nobel (la parodia del premio Nobel) 2011 per la matematica è andato a tutti quegli scienziati che hanno dato più volte per certa la fine del mondo e si sono sbagliati: Dorothy Martin (data della fine del mondo prevista: 1954), Pat Robertson (1982), Elizabeth Clare Prophet (1990), Lee Jang Rim (1992), Credonia Mwerinde (1999) ed Harold Camping (6 settembre 1994 e 21 ottobre 2011). Speriamo di poter aggiungere anche i Maya.

Ma resta il fatto che, per una persona su dieci, la profezia è fonte di ansia e paura.
Consiglio a costoro un bel giro a Bruxelles, per imparare dai Belgi che i Maya potrebbero anche non avere ragione. Una bella gaufre, due patatine fritte, una foto kitsch al Manneken-Pis, una visita all’Atomium e una bella passeggiata per la città seguendo il Parcours BD, con i suoi fumetti disegnati sui muri. E alla fine, per ritemprarsi, un bell’assaggio di cioccolato. Se i Belgi sono riusciti a migliorare la bontà delle tecniche Maya nell’utilizzo del cacao, perché non dovrebbero avere ragione anche sulla (poca) attendibilità della sciagurata profezia?
 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di Fabrizio Sibilla
Mer, 02/05/2012 - 09:54
fabriziosibilla
Maya: hanno previsto la fone del mondo per il 2012 ma per loro é arrivata 500 anni prima. Forse che nn bisognerebbe fidarsi di chi sbaglia così alla grande? ;)
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Mer, 02/05/2012 - 12:16
scappelli
@Fabrizio Poveri Maya, hanno fatto così tante cose buone e adesso se ne parla solo per la storia della fine del mondo :) @Roberto Che stia per iniziare davvero l'era dell'acquario? :)
SHARE
Ritratto di Marco Giovanniello
Mer, 02/05/2012 - 15:22
mgiovanniello
E' offensivo un bel "Nuncenepotrebbefregàddemeno" ?
SHARE
Ritratto di Serena Cappelli
Mer, 02/05/2012 - 16:31
scappelli
Caro Marco, certo che no. Ognuno ha i suoi gusti, ci mancherebbe. Io, purtroppo per me, ho un debole per le notizie inutili :-) Un saluto!
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Italicum approvato al Senato, urla delle opposizioni

184 i voti a favore, 66 contrari, 2 astenuti. Ora la legge elettorale torna alla Camera per l’approvazione definitiva

Tripoli, assalto Isis all’hotel dei diplomatici: "Tre morti, presi ostaggi"

Tra i due e i cinque terroristi asserragliati al Corinthia, albergo di lusso della capitale libica

Il Senato ha approvato la proposta di far votare gli studenti Erasmus all'estero

L'emendamento persentato dal senatore PD Roberto Cociancich è stato votato da una larga maggioranza dei senatori presenti in aula

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

tanti-figli

Perché quando segna Ramsey qualcuno di famoso muore

È la correlazione spuria: due fenomeni del tutto slegati che presentano le stesse caratteristiche
SHARE

Quando la scuola è solo un sogno

Un’infografica interattiva mostra le differenze e gli ostacoli per l’istruzione nei Paesi più poveri
SHARE

Regole di bon ton per viaggiare in metropolitana

Subway, olio su tela di Lily Furedi, 1934
Un video mostra i fondamentali dell’etichetta sulla Tube: a New York e in tutto il mondo
SHARE

Elezioni greche, come si pronunciano Tsipras e Syriza

Per evitare strafalcioni, figuracce, fastidi vari. Adesso che saranno nomi sulla bocca di tutti
SHARE

PRESI DAL WEB

La classifica delle droghe che causano più morti in America

Le tre sostanze che causano più morti all'anno negli Stati Uniti, infatti, sono completamente legali: sono l'alcool, il tabacco e gli antidolorifici oppiacei

Studente turco espulso dall’Italia: "La soluzione è il paganesimo"

"Sono pronto a farmi esplodere davanti alle ambasciate". Per questi messaggi è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di procurato allarme