Profilo bloggerVai all'elenco dei blog
Ritratto di Lcordini

di Luca Cordini

Biografia –

Classe ‘86, studente in Scienze Naturali. Sono un grande appassionato di Premier League e Championship inglese.

Tra un viaggio e un esame, ho portato avanti la mia passione per il giornalismo.
Lo sport è da sempre il tema principale dei miei articoli, che si tratti di dilettanti o professionisti, ma soprattutto mi piace curiosare e ricordare grandi personaggi e non.

Dal 2007 collaboro con un’agenzia di stampa, grazie alla quale tra un campionato di allievi,calcio toscano, volley e CSI bellunese nel 2011 son diventato pubblicista. Nello stesso anno ho iniziato a scrivere per l’Edizione locale del quotidiano “Il Giorno”, grazie al quale ho potuto approfondire e toccare con mano vari sport “minori”.  

Ritratto di Lcordini

BLOGGER

BIOGRAFIA E ARCHIVIO

di Luca Cordini

Tutti i «Palla al centro»

BREAKING NEWS

L’autonoleggio Maggiore è stato comprato da Avis per 170 milioni di euro

La preoccupazione dei sindacati: «Continueremo a mobilitarci per la salvaguardia di tutti i 400 posti di lavoro»

Regionali, la Lega vota all’unanimità: Zaia è il candidato del Veneto

La resa dei conti nel quartier generale del Carroccio. Voto a favore anche diel sindaco di Verona, Flavio Tosi. Un bilancio della manifestazione di Roma

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&Maicol

Barbapapà, i veri ideologi del No-Tav

Una riflessione su un cartone animato terzomondista ed ecologista, dopo la morte del loro creatore
SHARE

Cosa succede se i film di Kubrick diventano videogiochi

Anche se trasposti in un formato diverso, riescono a mantenere i caratteri dell’originale
SHARE

Perché l’igiene corporale è diventata un dogma

Merito di pubblicità ossessive e della nuova urbanizzazione. Ora ci si lava sempre, forse troppo
SHARE

Le città divise: dove vanno turisti e residenti

Monumenti e piazze sono luoghi per chi visita. Chi vive in città, va altrove. La mappa lo dimostra
SHARE

PRESI DAL WEB

Come nasce un capolavoro: il backstage del video di Razzi

Immagini rubate mostrano Antonio Razzi, sul lungomare di Pescara, mentre canta e balla per il suo videoclip "Famme cantà"

La politica non basta più, e Antonio Razzi diventa cantante, con "Famme cantà"

Il brano è una sorta di auto-presa in giro del discusso e discutibile politico, che riprende sue frasi diventate tormentoni e le mette in musica