Ci sono conflitti di cui nessuno parla. Conflitti in terre dove gli interessi ci sono e sono contrabbandati in silenzio. Una di queste terre è la Nigeria.

Attentati kamikaze, raid armati, chiese date alle fiamme: in poco più di un anno la Nigeria ha visto una pericolosa escalation degli attacchi contro i cristiani e sono ormai diverse le festività cattoliche e le domeniche bagnate dal sangue. A rivendicare gran parte degli attacchi - concentrati nel centro-nord del Paese - è stato il gruppo estremista Boko Haram, che vuole instaurare. Ecco una infografica delle vittime negli ultimi due anni e mezzo.

2010 

Serie di attacchi armati ed esplosivi, rivendicati dai Boko Haram, insanguina la vigilia di Natale in diversi centri del Paese, in particolare nella città di Jos. Le vittime sono 86. Agli attacchi, seguono violenti scontri tra musulmani e cristiani.

2011

Il 4 novembre un'ondata di attacchi colpisce la città di Damaturu. Edifici governativi, due banche e sei chiese finiscono nel mirino dei raid. I morti sono almeno 65. Poco più di un mese dopo, un nuovo Natale di sangue segna le città di Jos, Abuja e Gadaka dove tre chiese sono colpite da attentati esplosivi, con un bilancio di 49 vittime. Gli attacchi, sono ancora ad opera dei Boko Haram, chiudono una settimana segnata da scontri e attentati.

2012 

Il 5 gennaio, a Gombe, una bomba lanciata contro una chiesa causa 5 morti. A rivendicare l'attacco sono i Boko Haram che pochi giorni prima, con un ultimatum, avevano ingiunto ai cristiani del Nord di lasciare l'area. Il giorno dopo, un raid colpisce una veglia funebre a Mubi, i morti sono 17. Alla fine di febbraio, è ancora una chiesa di Jos a finire nel mirino di un kamikaze, che con un'autobomba uccide due fedeli. E sempre a Jos, una nuova autobomba lanciata contro una chiesa causa tre morti, innescando nuovi scontri interreligiosi, con un bilancio di 10 vittime. L'8 aprile, un'autobomba esplosa nei pressi di una chiesa, insanguina la Pasqua della comunità cristiana di Kaduna, uccidendo 36 persone e ferendone 13.

Il 29 aprile l'ennesima strage. Un commando armato fa irruzione nel campus dell'università Bayero durante la messa. I morti sono una ventina. Il 3 giugno, infine, un kamikaze fa strage di cristiani in una chiesa di Bauchi, uccidendo almeno 15 persone. L'attentato avviene ancora una volta di domenica e porta la firma dei 'talebani nigerianì, i Boko Haram. 

Ci vuole ancora molto affinché la comunità internazionale si interessi realmente di questa strage silenziosa?

Fate il vostro clic.

Penso dunque clicco
Parole chiave: 
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Spesometro: 5 milioni di contribuenti nel mirino del fisco

Imprese, professionisti, commercianti e artigiani hanno comunicato cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute

Il furto d’identità corre sui social: oltre il 10% degli italiani ne è vittima

DAS Italia ha commissionato una ricerca per il lancio di “Difesa Web”, primo e unico prodotto sul mercato di tutela legale contro i furti d’identità

Cda Alitalia, bocche cucite dai consiglieri

Oggi il consiglio di amministrazione per rispondere alle condizioni poste dalla lettera di Etihad

Lo splendore della risonanza magnetica sulla verdura

Un utilizzo artistico di uno strumento medico rivela mondi impensabili per cose di tutti i giorni
SHARE

Ecco come nascondere app e cartelle su iPhone

Con pochi semplici passi si può scegliere di rendere invisibili le app con contenuti privati
SHARE

Immagini di pranzi memorabili visti (solo) nei libri

Cosa mangiava Alice nel Paese delle Meraviglie? E il Grande Gatsby? I pasti riprodotti e fotografati
SHARE

Sempre connessi? L’app che misura il tuo stare online

Una specie di autoscatto delle abitudini in rete degli utenti, fatto di statistiche e dati
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Arriva l’alcol in bustina: basta aggiungere un po’ d’acqua ed ecco una vodka

Per quelli che non hanno il tempo di sedersi al tavolino del bar, ecco la soluzione. Un bicchiere d’acqua e una bustina e il gioco è fatto. Ma sarà buono?

Perché il cibo sano ha un gusto peggiore di qualsiasi altro cibo

Esistono trucchi alimentari per ingannare il nostro cervello. E molti ristoranti li utilizzano per confonderci quando si tratta di mangiare sano

Ecco come il Vaticano digitalizzerà milioni di documenti in suo possesso

La biblioteca vaticana è stata fondata nel 1451 e contiene oltre 40 milioni di pagine. Per rendenrle digitali dovranno lavorarci oltre cinquanta esperti