Blog di

Fornero e Monti han fatto cose di sinistra, ditelo alla Cgil e al Pd

Blog post del 21/03/2012
Parole chiave: 

È proprio vero che dipende dai punti di vista. da come si guardano le cose. Susanna Camusso e Pierluigi Bersani sono arrabbiati. La prima è pronta a chiamare lo sciopero, il segretario del Pd lascia intendere che son stati “violati dei patti”. Che riguardavano, naturalmente, l’intaccabilità dell’articolo 18 e del principio del reintegro. Una battaglia di simboli e sostanza che, per la base elettorale del Pd e per quella degli iscritti Cgil, probabilmente conta ancora qualcosa. 

Ma a fare una certa impressione, oggi, è che mentre si vedono i tanti segni di fastidio e protesta lungo l’asse Pd-Cgil (impersonato dal dirigente del Pd Stefano Fassina), non ci siano invece neanche timidi segnali di soddisfazione per alcune misure di stampo chiaramente “social-democratico”. Parliamo delle norme che riducono a 36 mesi il tempo massimo di precariato, disincentivando anche economicamente le aziende dal farne abuso. O di quelle - fondamentali per milioni di lavoratori soprattutto under 40 - che sanzionano con l’assunzione obbligatoria l’utilizzo di “finte partite iva”, che lavorano in realtà in modo continuativo e sostanzialmente subordinato per un solo committente. O, ancora, per le norme che rendono più facilmente sanzionabili le dimissioni in bianco. O per quelle che introducono - a proposito di parità tra i sessi, e di modelli nordeuropei - il congedo obbligatorio di paternità.

Insomma, dipende davvero dai punti di vista. Se la si guarda dalle stanze del Pd o dai vertici della Cgil, evidentemente, tutte queste norme devono sembrare poca cosa: pochi voti, poche tessere, poco di tutto. Ma se la si guarda dal lato di chi “nuovo lavoratore” lo era già prima di questa riforma, allora cambia tutto. E queste norme sembrano un primo principio di civiltà giuridica, democratica e sociale che è bene difendere. Speriamo che in parlamento i precari trovino chi vorrà accompagnare questa riforma e non solo chi, ancora una volta, sarà disposto a sacrificarli in cambio dei simulacri di un passato delle relazioni industriali che, comunque vada, non tornerà più. 

Parole chiave: 

COMMENTI /

Ritratto di carlo cammarata
Mer, 21/03/2012 - 13:17
Karl
concordo. Una buona riforma fatta per quelli che non sono rappresentati al "tavolo" .... Questa è giustizia sociale !
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Istat: a giugno 2015 produzione industriale diminuita dell’1,1%

Corretta per gli effetti di calendario, la diminuzione è dello 0,3%. Il calo maggiore nell’attività estrattiva

Eletto il Cda della Rai, ecco i nomi dei sette consiglieri

Guelfo Guelfi, Rita Borioni, Franco Siddi, Paolo Messa Carlo Freccero, Arturo Diaconale e Giancarlo Mazzuca.

Smemoranda 

I negativi di maicol&mirco

Maicol & Mirco, filosofia, scarabocchi, fumetto, negativi, smemoranda

Temporali spettacolari, in time lapse

Li ha messi in fila un fotografo amatoriale americano, che nella vita fa il poliziotto e che si è preso due mesi di ferie per fotografare nuvole

I finti documentari di VICE, fatti da The Onion

Lo stile dei documentari di VICE ha avuto un grandissimo successo negli ultimi anni, e con il successo, si sa, arrivano le parodie e le prese in giro

Le 4 categorie del bevitore universitario

Una strampalata ricerca citata da Time fissa a 4 i comportamenti degli studenti americani dopo aver bevuto: la maggior parte reggono come Hemingway

Camminare sull'acqua? No, grazie, ci vado in moto

Ci è riuscito il motociclista australiano Robbie Maddison che si è tolto lo sfizio di sfrecciare sulle onde più belle del mondo, a Tahiti

PRESI DAL WEB

L’endorsement di Putin a Blatter: "Meriterebbe il premio Nobel"

Il presidente russo elogia il capo della Fifa (dimissionario, ma non dimissionato). "Sarebbe stato corrotto? Non ci credo", dice Putin

Il video dell’evasione del narcotrafficante messicano El Chapo

Un tunnel scavato sottoterra dotato di elettricità e bombole di ossigeno

Varoufakis: «Votate No, con l’accordo nessuna possibilità di ripresa»

L’intervista all’australiana LNL ABC Radio National: «I ministri europei negano la democrazia», «le proposte sono state fatte apposta per essere rifiutate»