Blog di

di Monica Capo

E’ l’Europa delle banche, non dei popoli

Blog post del 23/11/2011

  

 

 

C’è, di nuovo, che l'asta dei bund tedeschi è andata male, che la Germania non è riuscita a collocare il 35% dei bund.

C’è,di nuovo, che la Francia corre il rischio di perdere il rating massimo, la AAA.

C’è di nuovo, che sempre la Germania dica “niet” sia agli eurobond che alla possibilità di concedere più poteri alla Bce.


Ma, soprattutto, c’è, di nuovo, che secondo il giornale Handelsblatt, il debito reale tedesco, se si includono spese per pensioni e sanita', sarebbe di 5 mila miliardi piu' alto.
E, addirittura, c’è di nuovo che lo stesso Spiegel in un articolo, rincari la dose affermando che il governo tedesco amerebbe vantarsi delle sue finanze solide e rivendicare che il paese è un rifugio sicuro per gli investitori, ma la gestione del bilancio della Germania non sarebbe così esemplare come vorrebbe far credere, il debito pubblico nazionale sarebbe già oltre il limite UE e, per certi aspetti, le finanze italiane sarebbero in condizioni molto migliori.

Se penso che, qualcuno si è divertito a mettere in rete questo video-parodia, in cui Hitler è informato della crescita del debito in Italia, e, impone la fine dell'Eurozona e dell'Ue: http://www.youtube.com/watch?v=29F50dGbfM8, mi viene quasi ridere.


Ma, poi, rifletto sul fatto che ormai è rimasta in piedi solo l’Europa delle banche e non quella dei popoli, sul fatto che chissà cosa ancora ci aspetta, e torno in me.
Se, poi, a questo aggiungo che Monti accelera sulle misure anti-crisi, ma l'Italia in crisi autorizza gli acquisti di armi e carri armati per 500 milioni, mi viene proprio da piangere.


 

COMMENTI /

Ritratto di Silvano
Gio, 24/11/2011 - 09:02
Silvano
L'Europa dei popoli non c'è mai stata. Salvo pochi iperottimisti idealisti nessuno si è mai sentito europeo, tant'è che Olandesi, Tedeschi e Finlandesi ci trattano come il Bossi della prima ora trattavs i meridionali. E mai come ora il consenso verso partiti nazionalisti e anche un po' xenofobi abbonda in tutta la UE. L'Europa dei popoli è stata la vaselina con cui ci hanno rifilato l'Unione dei Kommissari. E l'idea di base è stata quella di fare prima un Unione Monetaria sapendo che al primo shock serio (inevitabile, perchè i paesi componenti un'area monetaria subottimale reagiscono in modo fortemente asimmetrico e questo è un fatto noto dagli anni '80) avrebbe rischiato l'implosione in modo da usare situazioni emergenziali per concentrare maggior potere politico al centro (le legislazioni "emergenziali" diventano di norma definitive). Benvenuta nella realtà.
SHARE
Ritratto di Davidin
Ven, 25/11/2011 - 08:08
Davidin
Qualcuno mi spiega - senza demagogia - cosa vorrebbe dire il termine "Europa dei popoli"? Se si intende l'identita' europea, mi sa che e' la cosa che ha piu' possibilita' di rimanere in piedi. Se invece si vuole sottointendere che la UE si occupa solo di economia, beh, quello dipende da quanto gli stati membri sono disposti a rinunciare alle proprie prerogative. L'unione monetaria, l'antitrust, Schengen sono nati perche' gli stati hanno trasferito i propri poteri alla UE in tali ambiti, in un periodo in cui nelle alte sfere gli interessi strettamente nazionali contavano un po' di meno e l'idea di un grande progetto di ampio respiro contava un po' di piu'. Questa crisi sarebbe una grande occasione per mettere mano a una politica fiscale comune, ma temo che le classi politiche europee non siano al momento all'altezza del compito.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Niente evasione fiscale per Dolce e Gabbana, la Cassazione li assolve

Agli stilisti veniva contestata la presunta evasione fiscale che sarebbe stata realizzata, secondo l'inchiesta, con una 'estero-vestizione'

Attacco a un checkpoint egiziano nel nord del Sinai: almeno 25 morti e 26 feriti

Almeno 25 persone sono rimaste uccise, e 26 ferite, in un attacco al checkpoint presidiato dall'esercito egiziano a Karm al-Qawadeis, nel Sinai del nord

Il primo tweet della Regina d’Inghilterra

Elisabetta II, all’età di 88 anni, ha twittato, con tanto di firma. È la prima volta che succede
SHARE

Come diventare un drago a usare Google

Tutti sanno servirsi del motore di ricerca, ma pochi sono in grado di farlo alla grande. Qui si può
SHARE

Sculpture by the Sea: l’arte in spiaggia a Sydney

Oltre 100 opere esposte lungo il litorale della città. La mostra outdoor che apre la primavera
SHARE

Ebola, i rischi per chi ama viaggiare

Chi gira per il mondo è spaventato, ma sbaglia: le probabilità del contagio sono molto basse
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

La crisi che ha cambiato Papa Francesco

La cura per le persone prima della dottrina e dei dogmi, la storia della sua vita e il momento in cui tutto è cambiato. Perché doveva cambiare

Storia di una fine: il giornale (greco) per i greci di Istanbul sta per morire

L’agonia di Apoyevmatini, una volta organo influente della comunità dei greci di Turchia, ora stampato per solo 600 famiglie è il residuo di un mondo scomparso

Tutti si sono dimenticati di Joseph Kony e del suo Lord's Resistance Army

Ci fu un tempo in cui il tema dominò i media. Ora, dopo la guerra civile in Sud Sudan, l’ebola e le atrocità di Boko Haram se lo sono scordato tutti