Punto e a Capo

Blog di

di Monica Capo

Legge regionale d'iniziativa popolare sulla cultura e la diffusione dell’Energia Solare in Campania

Blog post del 14/06/2011

 

                                            

 

 

 

Nella Civiltà del Sole non hanno più ragione d’essere nè le lobbies nucleari, né le grandi guerre, militari, politiche ed economiche per l’Oro Nero, il Gas Naturale ed i potenti magnati che le gestiscono: immani sono gli interessi ad essi legati ed immane è il sistema di ricatto, corruzione e di persuasione sulla insostituibilità dell’attuale sistema produttivo ed energetico. Questa è la ragione universale che impedisce la transizione e l’affermazione della Civiltà del Sole.

Antonio D’Acunto
 

 

 

L’energia del sole non produce emissioni inquinanti o di gas serra; è un'energia libera, non intermediata, vincolata e condizionata dall'instaurazione e dal mantenimento di rapporti commerciali o dalla stabilità delle relazioni internazionali; assicura la sua disponibilità per miliardi di anni e gratuitamente, mentre i prezzi di combustibili fossili e uranio sono variabili e presumibilmente destinati ad un andamento crescente col ridursi delle riserve totali e il progressivo esaurimento di quelle economicamente e tecnicamente più convenienti da sfruttare. 

L’energia solare non richiede trasporto né preprocessamento; non produce -come nel caso del nucleare - scorie per il cui smaltimento occorre la disponibilità di altri siti; la sua utilizzazione si fonda su un processo produttivo semplice e scevro da rischi legati a errori umani o malfunzionamenti.

L’energia solare è intrinsecamente innocua per gli abitanti nei dintorni, e non si presta ad attentati terroristici per la natura "diffusa" e "scalabile" della modalità di produzione.

L’energia solare porta ad un costo finale del chilowattora e di ogni altra energia da essa derivata molto più economico rispetto a tutte le altre fonti.


L’energia solare attiverà il più grande processo occupazionale della storia per la riconversione della identità e della qualità della produzione e del modello di vita. 

 

 

 

Con la consegna alla Regione della Legge, relazione e testo, è  iniziato il cammino per affermare la Civiltà del Sole in Campania.

L’Appello a sottoscrivere la legge è stato fatto con la convinzione e l’entusiasmo connessi ad uno storico evento e, sintetizza con grande efficacia gli obbiettivi concreti, di breve e lungo termine, e le finalità generali della iniziativa:

l’attivazione in Campania della produzione di energia da fonte solare e del modello energetico ad essa legato per la copertura dei suoi fabbisogni, nel pieno rispetto dei valori naturalistici, storici, culturali, del paesaggio, dell’agricoltura e più complessivamente del verde;


 gli effetti di fondamentale importanza sullo sviluppo, sulla quantità e qualità della produzione, sul lavoro, sulla ricerca e sull’ attivazione di nuove relazioni, scientifiche,  commerciali e produttive, non solo con le altre regioni italiane, ma anche con tutti i Paesi del Mediterraneo, consentendo la realizzazione del grande obbiettivo della Biennale Permanente del Sole e della Biodiversità.      

 

Se riusciamo a raggiungere il "quorum" delle "diecimila firme" entriamo a pieno titolo, quasi come "Assemblea Costituente della Civiltà del Sole" nella Regione, per affermare questi valori e questo percorso.

 

Per saperne di più vai al link http://www.laciviltadelsole.org/index.html oppure consulta la pagina Facebook http://it-it.facebook.com/group.php?gid=62693432041&ref=ts

 

 

 

COMMENTI /

Ritratto di tommaso campanella
Mar, 14/06/2011 - 19:40
tommaso campanella
ve l'hanno detto che i pannelli fotovoltaici installati da noi vengono prodotti in cina da fabbriche alimentate con il carbone? Il Sole, di cui indegnamente vi fregiate, non ammette questo scempio. Né che gli speculatori piccoli (famiglie che sprecano l'ira di dio su scooter e auto inquinanti) e grandi (vedi Enel Green Power, ma non certo l'unica) devono prendere un solo centesimo di finanziamento pubblico. Chi crede nella civiltà del Sole i pannelli li mette a proprie spese. E la sera va a dormire presto perché di notte il sole non c'è.
SHARE
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Anticorruzione, dimissioni di massa da authority. “Minata nostra autorevolezza”

Gli attuali vertici dell'Autorità pronti ad abbandonare il loro incarico prima della scadenza

Hamas e Fatah firmano un accordo di conciliazione

il leader di Hamas Ismaeli Haniyeh ha dichiarato che i conflitti all’interno del popolo palestinese sono terminati

Stamina, chiusa l’inchiesta a Torino. «Esseri umani usati come cavie»

Venti gli indagati. Le accuse: associazione per delinquere, truffa e somministrazione pericolosa di farmaci.

L’arte sottile dei saluti e delle strette di mano

In ogni Paese ci sono codici di saluto diversi: meglio impararli prima di andarci con questo video
SHARE

Lo splendore della risonanza magnetica sulla verdura

Un utilizzo artistico di uno strumento medico rivela mondi impensabili per cose di tutti i giorni
SHARE

Ecco come nascondere app e cartelle su iPhone

Con pochi semplici passi si può scegliere di rendere invisibili le app con contenuti privati
SHARE

Immagini di pranzi memorabili visti (solo) nei libri

Cosa mangiava Alice nel Paese delle Meraviglie? E il Grande Gatsby? I pasti riprodotti e fotografati
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Arriva l’alcol in bustina: basta aggiungere un po’ d’acqua ed ecco una vodka

Per quelli che non hanno il tempo di sedersi al tavolino del bar, ecco la soluzione. Un bicchiere d’acqua e una bustina e il gioco è fatto. Ma sarà buono?

Perché il cibo sano ha un gusto peggiore di qualsiasi altro cibo

Esistono trucchi alimentari per ingannare il nostro cervello. E molti ristoranti li utilizzano per confonderci quando si tratta di mangiare sano

Ecco come il Vaticano digitalizzerà milioni di documenti in suo possesso

La biblioteca vaticana è stata fondata nel 1451 e contiene oltre 40 milioni di pagine. Per rendenrle digitali dovranno lavorarci oltre cinquanta esperti