Non solo rose e fiori per la Juve campione d'Italia. Se sul fronte del mercato la dirigenza juventina sembra essere scatenata e pronta a soddisfare i desideri dei suoi tifosi, dal punto di vista della gestione dell'informazione bianconera potrebbero esserci alcuni problemi.

Tv, è l'Anno Zero? Dobbiamo partire da una premessa doverosa: la televisione vive un momento di crisi assoluta, gli ascolti sono in continua diminuzione ed il passaggio al digitale terrestre ha creato non pochi problemi. Le criticità maggiori le hanno vissute le emittenti private locali delle regioni che sono passate per prime al Digitale Terrestre, vedi il Piemonte che è stata una vera e propria terra di esperimenti per i grandi gruppi lombardi. La Lombardia, terra per eccellenza di comunicazione radio-televisiva, ha colonizzato le emittenti piemontesi nel periodo precedente al passaggio dall'analogico al digitale, sperimentando qualsiasi tipo di errore tecnico possibile in modo da non ripeterli in terra madre, comunque... Rimane il fatto che la crisi la sentono anche le grandi emittenti televisive e i canali tematici del digitale terrestre.

Juventus Channel: un anno di crisi. L'epopea del canale zebrato inizia l'anno scorso quando tra la Rai e la Blind Turn, società che produceva i programmi del canale e di Roma Channel e che era rimasta coinvolta nel fallimento di Dahlia, si era aperto un contenzioso. Per qualche giorno vennero interrotte le trasmissioni, ma poi venne assegnata la gestione del campionato appena concluso alla Eta Beta Spa. Passano dunque 365 giorni e si arriva ad oggi, il giorno della vigilia della scadenza della gara a inviti indetta dalla Rai per riassegnare l'appalto per i prossimi quattro anni, ed i sindacati lanciano l'allarme: che venga garantito il posto di lavoro dei dipendenti di Juventus Channel. 

Cosa dicono i sindacati? "SLC-CGIL si è attivata immediatamente presso RAI, attuale appaltante, affinché nel bando di appalto venga inserita la clausola di garanzia nei confronti del personale attualmente impiegato. Senza la clausola, si corre il grave rischio che i lavoratori, impegnati per anni nella valorizzazione della propria professionalità e nella crescita del canale suddetto, non vengano riassorbiti in toto, disperdendo così un faticoso patrimonio acquisito negli anni". In poche parole la richiesta della CGIL è che nel bando appaltante venga inserita una clausola che garantisca il posto di lavoro per gli attuali dipendenti a prescindere da chi riceverà l'assegnazione.

JuveChannel è della Juve. "Il canale appartiene alla società, ma la Rai che lo gestisce beneficia dei proventi degli abbonamenti e della pubblicità" - dicono i sindacati puntando il dito sulla gara che dopo la vittoria non dovrebbe essere al ribasso.

Quesito: a prescindere dall'incasso della Rai, dalla gara al ribasso, ecc.. non sarebbe giusto che la società spendesse qualche milione di euro in meno nell'aquisto di giocatori e investisse nel canale per garantire in un momento di crisi il lavoro ai dipendenti di JuveChannel?

COMMENTI /

Ritratto di viewfinder
Gio, 21/06/2012 - 12:00
viewfinder
rai?... o sky?....
SHARE
Ritratto di Anonimo
Gio, 21/06/2012 - 16:46
Rai
SHARE
Tempesta di cervelli
RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Fuori Zuckerberg, dentro Mister Uber nella classifica dei top 100 di “Time”

Nell’elenco dei più influenti i fondatori di Snapchat, Jeff Bezos e Carl Ichan

Lucchini, firmato l'accordo di programma

Rossi: “250 milioni per Piombino”

Berlusconi: se passa la riforma del Senato l’Italicum è incostituzionale

Renzi «si è presentato come un simpatico rottamatore. Ora a poco a poco, si sta trasformando in un simpatico tassatore»

Cinque app per ascoltare musica gratis su Android

Con queste applicazioni si può scegliere anche di scaricare la musica e realizzare delle playlist
SHARE

Tre trucchi usati dai pubblicitari per vendere di più

Sono raffinati strategemmi psicologici che tendono a mettere in buona luce il prodotto reclamizzato
SHARE

Tre bevande che (dicono) ti faranno perdere peso

Immagine tratta da Flickr @bertholf
Non sono i classici beveroni che fanno più male che bene: prodotti naturali per chi è in emergenza
SHARE

Innamorarsi a Pyongyang: la vita di coppia in Nordcorea

Come funzionano gli appuntamenti? Come ci si conosce? Quali ostacoli? Il racconto di un esiliato
SHARE

5x1000

PRESI DAL WEB

Persone che leggono nella mente: come comunica chi resta in stato semivegetativo

Cercano, attraverso scansioni cerebrali di mettersi in contatto con chi è a metà tra la vita e la morte

Perché un libro di economia di oltre 700 pagine è diventato un bestseller

Thomas Piketty ha regalato alla sinistra americana una struttura solida dove coltivare le proprie idee

Come riportare in vita una foresta devastata

I grandi disastri di solito non hanno rimedio, la forza distruttiva dell’uomo ha modificato il paesaggio in modo radicale. Ma ora le cose possono cambiare