Blog di

di Gioele Urso

Nicole Minetti e Sara Tommasi si daranno al porno?

Blog post del 15/06/2012

Signori e signore, il magico mondo di Nicole. Il consigliere regionale della Lombardia, in quota PdL, Nicole Minetti non sembra intenzionata a smettere di stupire. Nei giorni scorsi alcune voci sempre più insistenti la vorrebbero pronta a debuttare nel mondo dello spettacolo, ma quello per adulti. 


Attrice porno. Si tratta al momento di semplici voci, di gossip allo stato puro che farà indignare qualcuno, farà sorridere altri e lascerà qualcuno anche indifferente. Ad intuito però la notizia è di quelle che interesseranno molti. L'ex igienista dentale di Silvio Berlusconi avrebbe deciso di fare un film a luci rosse. Di quelli tutti tette e culi per intenderci. La voce è stata diffusa nei giorni scorsi dal settimanale Diva&Donna che riporterebbe le confidenze che la stessa avrebbe fatto ad alcune amiche: "Basta, mi attaccano tutti, anche all’interno del Pdl: nessuno mi difende. Dalla politica ho avuto solo problemi. Adesso mi hanno offerto di girare un film porno e voglio accettare".

La smentita. Ovviamente nel giro di pochissimo tempo la stessa Minetti si è premurata di offrire una smentita ufficiale ai cronisti: "La quantità di notizie infamanti a mio carico, oltre a provocare danni devastanti sulla mia persona, ha creato ormai una terza figura rispetto a me che altro non è che il frutto distorto e di convenienza di alcuni organi di stampa". Notizie diffamanti che avrebbero l'obiettivo di alimentare una campagna di stampa diffamatoria nei confronti dell'esponente del Popolo della Libertà lombardo, sarebbe questa l'interpretazione che la protagonista darebbe alla diffusione della notizia. Se la fonte si rivelerà azzeccata o no lo sapremo solo con il tempo quando potremo constatare di persona se il film sarà stato girato oppure no, nel mentre non ci resta che attendere di vedere se l'avvocato della Minetti intenterà un'azione legale nei confronti del settimanale. Anche questa sarebbe una prima risposta.

Non è la prima. Non è comunque il primo caso di un eventuale passaggio al mondo pornografico da quello politico: stessa sorte potrebbe capitare a Sara Tommasi, un'altra delle ex donne del Presidente, che potrebbe diventare attrice porno. In questo caso però la decisione sarebbe presa e pubblica.

Donne allo sbaraglio. Si tratta di donne allo sbaraglio? Ragazze che hanno scelto la strada più comoda per fare carriera e che, travolte da una bufera che nessuno si aspettava, stanno studiando un piano alternativo goffo e poco dignitoso?

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Cisl, Bonanni lascia la segreteria. In pole position Annamaria Furlan

Il segretario vuole accelerare il percorso di uscita: la scadenza del mandato era per il 2015 a 66 anni

Art.18, Sacconi: "Secco no alle proposte della minoranza Pd"

"Gli emendamenti presentati dalla minoranza del Pd sono irricevibili per chi voglia riformare il mercato del lavoro"

11 settembre, condannato all’ergastolo il genero e portavoce di Bin Laden

Lo ha deciso un giudice di New York. Abu Ghaith era stato arrestato a marzo per aver partecipato all’attentato del 2001

L’arte di ricoprire i nudi rubati dagli hacker

Il sito "The UNfappening" risponde, in modo creativo, al leak di immagini private e piccanti di vip
SHARE

Una mappa per viaggiare bevendo acqua sicura

Continente per continente, l’infografica mostra dove l’acqua di rubinetto non è un pericolo
SHARE

Tre modi creativi (e pacifici) per utilizzare i droni

Non servono solo a lanciare bombe e sorvegliare i civili: si possono rivelare utili per buone cause
SHARE

Cartelli e insegne, la ricchezza grafica di una città

New York è una città infestata di parole e font diversi. Percorrerli e studiarli ne rivela l’anima
SHARE
Quitaly Compra la raccolta dei reportage di Quit su Amazon e Ibs.it

PRESI DAL WEB

Perché la politica di Facebook sui “nomi veri” degli utenti dovrebbe spaventarci

Chi si iscrive deve fornire il proprio nome legale. Il problema con gli pseudonimi, anche con quelli noti, è dietro l’angolo

Come la pirateria sta cambiando (in meglio) il panorama musicale

La lotta dell’industria discografica si è rivelata inutile. Eppure la musica continua a creare guadagni legali: è solo cambiato il modello di fruizione

Il peccato originale dell’Europa: la politica dell’asilo per i rifugiati

Un compromesso confuso che crea molti problemi, soprattutto per i Paesi ai confini. Ma non si trovano soluzioni migliori