Blog di

di Ron Marans

I Miss Rahm

Blog post del 16/09/2011

There was an interesting piece in HuffPo today, comparing the styles of Rahm Emanuel and the current White House chief of staff, Bill Daley. With the President on the ropes lately, Daley has been the subject of lots of criticism.

It made me say to myself, “Oh yeah, Rahm … That guy is great. I miss him.”

Jewish liberals like me got a little pushback from our conservative or heavily Zionist compatriots during the 2008 election for supporting Obama so vociferously. From about September through election day in November that year, I had a bumper sticker that said Barack Obama in Hebrew letters. Occasionally, people would stop me and tell me that Obama was going to be bad for Israel.

At the time, I would argue – at first, I would argue that Obama had no track record to support a statement like that … In fact, he’d only been on record as being pro-Israel. And then I’d say, “Come on with his main advisors being Rahm Emanuel, who is fluent in Hebrew and David Axelrod, a nice Jewish boy? I think he’s going to be okay.

And I do think he’s okay. In spite of the fact that the Jewish vote is being blamed a Republican replacing Anthony Weiner in his Congressional seat (that seat had belonged to our side since the 1920s), I think Obama will still win our demographic next year.

But maybe if Emanuel was on the job (he is currently serving as mayor of Chicago), perhaps the President would have been a little more nuanced when he called for Israel to return mostly to 1967 borders (even though this has been the American position for years).

We’re in a particularly tricky time for Israel right now, with the UN vote on Palestinian independence imminent and Turkey recalling its ambassador. For whatever reason, the President is seen as anti-Israel.

I just can’t help thinking that would be less so if Rahm was in the West Wing.

 

RESTA AGGIORNATO
Iscriviti per non perdere gli articoli e i post del giorno.
Acccetto le condizioni sulla privacy

BREAKING NEWS

Naufragio Rodi, affonda barcone con 200 migranti: “Finora recuperati tre corpi”

L'imbarcazione si è arenata sugli scogli vicino al porto. Tra i morti anche un bambino. Portate finora in salvo 80 persone

È morto Elio Toaff, rabbino capo dal 1951 al 2001. Aveva 99 anni

Da partigiano a guida spirituale al grande abbraccio con Wojtyla, fu il rabbino più amato

Enrico Letta, annuncio a sorpresa in tv: «Mi dimetto da parlamentare»

L’ex premier a «Che tempo che fa». «Vivrò del mio lavoro e non prenderò nessuna pensione parlamentare»

Smemoranda

I negativi di maicol&mirco

Maicol&mirco negativi scarabocchi smemoranda

Lingue e scoperte

Quali sono le seconde lingue più parlate in ogni Paese?

In Australia vince il mandarino, in Francia il tedesco. Un viaggio nella storia e nella cultura di ogni nazione

Lista delle persone più influenti: Gesù è solo terzo

Lo hanno deciso gli studenti del MIT, che hanno incrociato dati di personalità dal 4000 a.C a oggi

Perché il 420 è diventato un inno alla marijuana

Il numero è noto ai fumatori incalliti di ganja. E per questo il 20 aprile (4-20) è una data speciale

Altro che Cheryl: provate a risolvere questo enigma

D’improvviso il mondo si è appassionato a problemi logico-matematici. Eccone uno tosto

PRESI DAL WEB

Nobraino sulla strage dei migranti: “Acque pescose questa estate”

Il passo falso della band riminese costa caro: banditi dal Controfestival del Primo Maggio, rischiano tutta la carriera. La battuta ha fatto infuriare i fan

L’Economist su Renzi: “I risultati sulle riforme variabili ma incoraggianti”

Secondo il settimanale “quando la prossima settimana incontrera Obama, la posizione economica e politica di Renzi sarà la più forte da quando è al governo”