La grafica EurostatItaliani e francesi sono i cittadini meno connessi ai social network in Europa

I cittadini danesi sono i primi in classifica: almeno l’81% dei cittadini tra i 16 e 71 anni si sono connessi a una piattaforma tra Facebook e Twitter. Subito dopo Belgio (76%), Cipro e Svezia (72%). Nel nostro Paese solo il 42%

Secondo l’Eurostat il 54% dei cittadini dell’Unione europea tra i 16 e 71 anni si è connesso ai social network. Un trend aumentato in modo costante in nove anni da quando l’istituto di statistica ha iniziato a raccogliere i dati nel 2011, quando la percentuale era solo al 36%.

Tra gli Stati membri il tasso di partecipazione dei social network più alto è stato registrato in Danimarca (81%), davanti a Belgio (76%), Cipro e Svezia (entrambi 72%) e Malta (71%). All’estremità opposta della classifica, questa percentuale è inferiore al 50% in due Stati membri: Francia e Italia (entrambi il 42%).

Quasi 9 giovani su 10 (86%) tra i 16 e 24 anni partecipano in modo attivo ai social network. Una percentuale che varia dal 73% in Italia al 98% a Cipro.

Il dato è più basso tra gli anziani. Meno di un quinto (18%) dei cittadini dai 65 ai 74 anni. Una quota che varia dal 9% in Bulgaria al 51% in Danimarca.

Leggi il rapporto completo sul sito di Eurostat