BiginoResistere in cucina

Una nuova chiusura, o meglio riformulazione, eccellente conferma quanto i temi del lavoro nella ristorazione e della sostenibilità economica siano fortemente attuali. Ne abbiamo discusso alla Tavola Spigolosa del 15 febbraio e ne sono nate considerazioni molto interessanti. Ci siamo poi chiesti se anche il lavoro di chi scrive di cibo è in pericolo

Foto di Mikhail Nilov su Pexels

Menu del giorno

Alta cucina| Niederkofler chiude il suo St. Hubertus
O meglio, come dichiara la stessa proprietà del tristellato di San Cassiano, cambia formula e ripensa a tutta la proposta ristorativa dell’hotel sulle Dolomiti. Ma il 24 marzo sarà l’ultimo servizio come l’abbiamo conosciuto.

Ristorazione in crisi | Sei punti chiave per spiegare la carenza di lavoratori
Il tema che ha animato la prima Tavola Spigolosa di Gastronomika, ovvero la complessa situazione del lavoro nell’universo dell’enogastronomia, porta a riflessioni ulteriori un esperto di didattica e formazione del settore.

Risaie d’oro | Manca l’acqua, sale il prezzo del riso
La risicoltura vercellese è riuscita a limitare i danni della crisi climatica grazie a importanti opere idrauliche, ma questo aspetto, unito agli aumenti dei costi di lavorazione e alla riduzione dei volumi prodotti, ha determinato un incremento percentuale dei prezzi a tripla cifra. La soluzione è un ripensamento della cultura del riso italiano come prodotto di alta qualità.

Dalla natura al piatto | I ribelli di agricoltura e ristorazione
Alcuni imprenditori hanno deciso di gestire le loro attività all’insegna dell’agricoltura rigenerativa, con tecniche e tempi che hanno lo scopo di ricostituire e tutelare l’originaria vitalità del terreno.

Altre storie

To be or not to be? | Questa torta di mele non verrà, ma a voi non interessa
Questo articolo non l’abbiamo scritto noi, ma l’abbiamo fatto scrivere dall’intelligenza artificiale, che ha generato anche la foto. Contiene una ricetta, che probabilmente non verrà. Ma non importa, perché la leggerete lo stesso, senza prepararla

Da Parigi a New York | Dopo Milano, il maritozzo conquista il mondo
Un ottimo esempio di export del made in Italy ha la forma di una soffice brioche ripiena di panna densa e cremosa. Il dolce di origine romana, dopo il capoluogo lombardo getta solide basi dolci a Parigi e a NYC

Siamo sempre alla ricerca di nuovi spunti, suggerimenti e idee per capire meglio il mondo del cibo contemporaneo. E anche della nuova ricetta per il piatto più buono del mondo. Se ce l’hai, o vuoi aiutarci a fare un giornale migliore, puoi scriverci qui: [email protected]

Questa è la newsletter di Gastronomika. Per riceverla, puntuale ogni venerdì all’ora di pranzo, iscriviti qui.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club