Bigino Facciamo il punto

Purtroppo anche questa settimana non abbiamo potuto evitare di parlare delle gravi ripercussioni della guerra nel settore di cibo e vino. In compenso però, vi abbiamo raccontato storie milanesi di successo, ricette storiche, tour tra meravigliose terrazze, e consigli per regali da donare oggi a tutti i papà. Il nostro riepilogo del sabato

PIATTO DEL GIORNO
Il tema principale della nostra settimana è stata ancora la guerra, che porta a galla problemi strutturali. Sono sempre più speculativi gli andamenti dei prezzi delle materie prime, che stanno mettendo in crisi le aziende e i produttori, ma stanno soprattutto mostrando quanto alcune scelte del passato siano state poco lungimiranti.
E abbiamo scoperto quanto la guerra faccia male anche al settore del vino, nel quale l’export verso la Russia si trova di fronte a uno stop.

ALLA CARTA
Fare ristorazione giapponese di altissimo livello, sbaragliando la concorrenza e diventando un riferimento, in una città come Milano, non è uno scherzo per un ragazzo di origini cinesi arrivato in città controvoglia. Perché il successo è una scelta scomoda.
Avere grandi maestri, invece, aiuta nella carriera se si è in grado di cogliere le giuste tecniche e i grandi segreti. Oggi gli allievi di Knam, Grazioli e Redzepi possiedono i loro locali personali e di successo dove mettono in pratica i preziosi insegnamenti acquisiti negli anni.

FUORI MENU
L’Associazione Italia Langobardorm propone un itinerario nei territori italiani appartenenti al sito seriale Unesco che custodiscono le testimonianze storiche di questo popolo. Abbiamo fatto un tour di queste località alla scoperta delle eccellenze gastronomiche inventate e diffuse durante il loro regno.
Se invece avete voglia di scoprire un luogo che è alternarsi di terrazze e coltivazioni dei preziosi frutti che costellano la riviera del Garda. Questi monumenti di architettura agricola raggiunsero l’apice nell’800 e oggi sono coltivati in vita dagli appassionati, e danno vita a ricette, preparazioni e souvenir a tema.

TRAMEZZINI
Mentre Sonia Peronaci, la famosa food blogger e storica fondatrice del sito web “GialloZafferano” “diventa” una Barbie, per le nuove role models legate al Dream Gap Project, voi non cadeteci sul cibo riscaldato.
Alcuni inorridiscono solo al pensiero eppure pasta, riso e perfino pizza possono avanzare, e buttarli via è peccato grave. Abbiamo studiato qualche accorgimento per metterli in tavola il giorno dopo senza rovinarli.

Anche per questa settimana abbiamo finito: ma non prima di avervi invitati a OlioOfficina, dove troverete bellezza e bontà fluida, con oli internazionali, laboratori di assaggio, degustazioni guidate e un focus sulla cosmesi.

Noi questo fine settimana festeggiamo i papà con dei regali gastronomici e andiamo a mangiare una zeppola che fa bene al palato ma anche al cuore: il 19 marzo Antonio Guida, Executive Chef del ristorante Seta di Milano, preparerà insieme alla sua brigata il famoso dolce di San Giuseppe a sostegno di L’abilità onlus. Le frittelle saranno distribuite in Piazza della Scala e i fondi saranno devoluti in beneficienza. Ci vediamo lì.

Siamo sempre alla ricerca di nuovi spunti, suggerimenti e idee per capire meglio il mondo del cibo contemporaneo. E anche della nuova ricetta per il piatto più buono del mondo. Se ce l’hai, o vuoi aiutarci a fare un giornale migliore, puoi scriverci qui: gastronomika@linkiesta.it

Questa è la newsletter di Gastronomika: per averla ogni venerdì, ci si iscrive qui.