Ferdinando Cotugno

Napoletano del 1982, tifoso senza condizioni del Napoli, giornalista freelance e imprenditore. Scrive per Vanity Fair e Yahoo Cinema – quando ancora esisteva anche sul Riformista (che gli manca molto), e molto più spodaricamente anche su Sole 24 Ore e Rolling Stone. La sua creatura imprenditoriale si chiama Anything Media e si occupa di artigianato della comunicazione. È un feticista della geografia. Viaggia per principio, vorrebbe essere pagato in chilometri e twitta troppo. 

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club